F1, GP d'Austria 2020: le prove libere viste dal Red Bull Ring

Formula 1
Mara Sangiorgio

Mara Sangiorgio

©Getty

La prima giornata d’azione in Austria ha regalato un quadro non tanto diverso da quello che avevano dipinto i test invernali. Ma se la superiorità Mercedes non fa quasi più scalpore, fa comunque a pugni con le prestazioni di una Ferrari che anche in pista  si è vista spenta e sottotono. La diretta del GP d’Austria su Sky Sport F1 (canale 207) e Sky Sport Uno (canale 201)

GP D'AUSTRIA, LA DIRETTA DELLA GARA

Sorprese annunciate. La prima giornata d’azione in Austria ha regalato un quadro non tanto diverso da quello che avevano dipinto i test invernali. Ma se la superiorità Mercedes non fa quasi più scalpore, fa comunque a pugni con le prestazioni di una Ferrari che anche in pista – oltre le dichiarazioni – si è vista spenta e sottotono, superata persino nella simulazione del giro veloce dalla Racing Point di Sergio Perez. Quella che tutti chiamano ormai da mesi la Mercedes colorata di rosa si è piazzata a sei decimi dalla Mercedes quella vera e ha dimostrato fin da subito tutta la potenzialità già intravista nei test.

 

Sei decimi di secondo su una pista corta come il Red Bull Ring sono quasi un’infinità, e se a prenderli è anche la Ferrari nonostante un giro pulitissimo di Sebastian Vettel che ha segnato il quarto tempo, allora i crono della prima giornata confermano le paure e le aspettative poco rassicuranti che gli uomini in rosso hanno avuto dopo le prove di Barcellona. Il progetto della SF1000 ha avuto bisogno di profonde correzioni e allora si spiega anche il ritardo nel portare in pista il primo pacchetto di aggiornamenti che debutterà solo la terza gara in Ungheria.

 

Con una Ferrari costretta fin da subito a giocare in difesa, all’attacco ci è già andata invece la Red BullPer ora non con grandi tempi, ma con un reclamo ufficiale presentato contro il DAS, il sistema che si è rivisto in azione nelle libere e che permette a Mercedes di modificare, secondo Christian Horner illegalmente, la convergenza delle ruote anteriori con il volante. Aspettando la prima qualifica della stagione è scontro. Tra chi ha già dimostrato di essere forte e chi si sente forte da poterci provare.

FORMULA 1: SCELTI PER TE