F1, Pirelli: "Identificate cause cedimenti gomme. Silverstone 2 con mescola più morbida"

Formula 1

Rapida risposta di Pirelli dopo i casi di delaminazione e forature nel GP di Silverstone di domenica scorsa, con protagonisti Bottas, Hamilton e Sainz. Molteplici le cause e una conferma per la prossima gara, dove verranno utilizzate mescole più morbide

Pirelli ha dato una risposta rapida sulle cause dei cedimenti degli pneumatici nel finale del GP di Silverstone di domenica scorsa. Bottas, Sainz e Hamilton avevano visto una delaminazione netta dell'anteriore sinistra, con tanto di foratura: il britannico ha infatti conquistato la gara su tre ruote. Le cause sono molteplici: si va da un lungo stint di 40 giri alle caratteristiche del circuito, fino alla velocità delle monoposto rispetto al 2019. Pirelli ha anche confermato la scelta di una mescola più morbida in vista del secondo round di Silverstone, in programma domenica prossima. 

Pirelli: "Conferma gomma più tenera per il GP di domenica"

leggi anche

Ferrari, chiesti chiarimenti su caso Racing Point

Questo il comunicato della Pirelli: "Pirelli ha concluso una prima serie di analisi su numerosi pneumatici del GP Gran Bretagna di domenica scorsa - si legge -. Sono state identificate le cause dei degonfiamenti occorsi alle Mercedes e alla McLaren di Sainz. La motivazione è da addebitarsi a una serie di concause determinate da un uso del secondo set estremamente prolungato. In particolare, la seconda Safety Car ha spinto quasi tutti i Team ad anticipare il pit stop e a effettuare quindi uno stint finale di circa 40 giri: più di tre quarti di gara, su uno dei circuiti più severi, lato pneumatici, di tutto il Mondiale F1. Questo, unito all’elevato passo delle F1 2020, più veloci sul giro secco di 1,2 secondi rispetto alla pole 2019, ha reso gli ultimi giri particolarmente critici. Un insieme di elementi che sulla copertura anteriore sinistra, notoriamente la più sollecitata sul circuito inglese, molto usurata dai tanti giri effettuati e quindi meno protetta di fronte a sollecitazioni limite, sono risultati estremi. Per la seconda gara di Silverstone, il prossimo weekend, Pirelli conferma l’utilizzo della gamma di uno step più tenera rispetto al GP scorso: mescole C2, C3 e C4. Verranno inoltre riviste le prescrizioni di utilizzo incrementando le pressioni di gonfiaggio, al fine di ridurre il livello di stress sulla costruzione".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche