Formula 3, Doohan vince la Feature Race in Francia. Poi Hauger e Collet

FORMULA 3

Lucio Rizzica

Prima parte della Feature Race sotto la pioggia e successo a Doohan davanti al leader della classifica Hauger e Collet. Tredicesimo Arthur Leclerc, vincitore sabato di Gara-2. Oggi il GP di F1 in Francia alle 15: diretta Sky Sport F1 (canale 207) e Sky Sport Uno (canale 201)

GP FRANCIA, LE ULTIME NEWS - SUPER DOMENICA DI MOTORI SU SKY

Jack Doohan del team Trident ha vinto la Feature Race, terza e ultima gara del weekend di Formula 3 in Francia. L'australiano, scattato quarto, ha chiuso la sua prova davanto al leader della classifica Hauger e a Collet. Solo tredicesimo Arthur Leclerc, vincitore sabato di Gara-2

A differenza della Formula 2, in Formula 3 non è previsto alcun pit stop obbligatorio e la gara della domenica non è più lunga delle due disputate al sabato, sebbene assegni punteggi più elevati ai primi dieci al traguardo. Venti i giri in programma, la griglia è quella determinata dalle qualifiche del venerdì. Per questo davanti parte in pole il danese Frederik Vesti (ART), mentre in piazzola numero due si accomoda il norvegese Dennis Hauger (Prema), che è -a due terzi del fine settimana- uno dei due leader del campionato a quota 48 punti. Una leadership condivisa con il francese Victor Martins (MP Motorsport), schierato in seconda fila alle spalle del poleman.

Piove fortissimo. Allo spegnimento dei semafori rossi il più rapido a schizzare via dalla griglia è Hauger, che prende la testa e approfitta delle condizioni di corsa per andare in fuga. Dopo il primo giro il suo vantaggio su Vesti è già di 1"7. Al terzo giro va fuori Caldwell e viene chiamata in causa la Virtual Safety Car. La pioggia diminuisce ma l'aderenza rimane improbabile. Alla quarta tornata sale a 2"5 il vantaggio di Hauger su Vesti e sugli altri inseguitori. Intanto Arthur Leclerc, che partito trentesimo, dal fondo, è già diciannovesimo. Alle spalle di Vesti (secondo) c'è grande battaglia fra Martins, Doohan, Novalak.

La pista, nel corso dei primi sette giri va progressivamente asciugandosi, tanto che dai muretti arrivano le prime indicazioni ai piloti di andare a cercare il bagnato con le gomme. A metà corsa Doohan guadagna la seconda posizione. I team cominciano a considerare l'idea di rientrare a montare le gomme da asciutto. Sargeant invece viene fermato per il non funzionamento delle luci posteriori. In seconda piazza Doohan segna tre giri veloci consecutivi e riduce notevolmente il distacco dal battistrada. Vesti scivola quinto. Hauger è il più lento dei primi e sembra un po' in difficoltà. A sei giri dal termine la pista è quasi asciutta, ma rientrare al pit vorrebbe dire buttare via tutto. Bisogna proseguire con queste coperture. 

Doohan attacca e sorpassa Hauger. Alle loro spalle Martins 'litiga' con il compagno di squadra in MP Collet, che lo attacca e lo sorpassa nella lotta per la terza posizione. Giro finale: Doohan in testa con 1"2 di vantaggio su Hauger. Il norvegese non riesce tuttavia a riprendere l'australiano, che passa primo sotto la bandiera a scacchi, davanti al leader della stagione e al brasiliano Caio Collet, terzo. Podio molto italiano, con la vittoria del pilota del team Trident davanti a quello del team Prema. E leadership salva per Hauger, ora a +6 sul primo inseguitore, Martins, oggi solo quarto. Leclerc chiude tredicesimo dimostrando tutte le sue qualità e il suo talento. Solo diciannovesimo Colombo (Campos) e Nannini (HWA). Ai piedi del podio il papà di Jack Doohan, Mick, autentica leggenda del motociclismo, vincitore di 5 titoli mondiali sulle due ruote. Prossimo appuntamento dal 2 al 4 luglio al Red Bull Ring, in Austria...

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche