F1, Gp Monza: l'analisi della qualifica sprint in Italia

l'analisi

Cristiano Sponton

Ferrari che rispetta il copione nella Qualifica Sprint di Monza: davanti Verstappen, le Mercedes e le McLaren hanno un ritmo inavvicinabile, con le Rosse che dovranno guardare gli specchietti dai ritorni di Perez e Vettel. Tutto il weekend del GP d'Italia è in diretta su Sky Sport F1 (canale 207)

GP ITALIA, LA DIRETTA DELLA GARA

Bottas si aggiudica la Sprint Race ma a causa della sostituzione della Power Unit sarà costretto a partire dal fondo nella gara di domani. Ma chi ha toppato clamorosamente la “gara corta” è stato Lewis Hamilton che, sbagliando la partenza, si è dovuto accontentare del quinto posto (scatterà dalla 2° fila) . Su una pista ostica come quella di Monza sorride Verstappen che arrivando secondo, oltre a guadagnare 2 punti in classifica mondiale su Hamilton, potrà partire dalla prima posizione nella gara di domani con buone possibilità di portare a casa il bottino pieno.

 

Ottima la gara della McLaren con il terzo posto ottenuto da Ricciardo e il quarto di Norris. Le vetture del team di Woking sono scattate al via con le gomme rosse ed hanno contenuto senza grossi problemi il tentativo di rimonta di Lewis che, seppur più veloce, non è mai risuscito ad impensierire i piloti McLaren. La mossa “vincente” della McLaren è stata l’utilizzo delle gomme soft che si sono ben comportate nei 18 giri di questa gara breve. Si temeva molto la temperatura della pista piuttosto elevata e proprio per questo motivo le due Mercedes e Verstappen, tra i piloti di testa, avevano optato per il compound medio. Hamilton a fine gara è sembrato alzare bandiera bianca: “Abbiamo perso molti punti. Domani devo cercare di capire come posso superare le McLaren per cercare di limitare i danni. Verstappen vincerà facile domani”.

 

Ferrari sfrutta l'uscita di Gasly

Per la Ferrari è stata una Sprint Qualyfing in linea con le attese visto la sesta e settima posizione ottenuta. Sono riusciti a sfruttare l’uscita di Gasly e questa è un’ottima notizia anche per la gara di domani visto che l’Alpha Tauri aveva la velocità per stare davanti alle due vetture di Maranello.

 

I favoriti per la gara di domenica

Per la gara di domani, visto l’andamento di questa Sprint Qualifyng, il favorito sarà sicuramente Max Verstappen. La RB16B sia nelle FP2 che nella gara di oggi ha dimostrato di essere molto vicina alle prestazioni della W12. In mattinata non abbiamo visto i piloti di Milton Keynes girare con il massimo quantitativo di benzina perché hanno lavorato per preparare al meglio la Sprint Qualifyng. Mercedes, invece, ha provato con il massimo quantitativo di carburante raccogliendo dati con

tutte e tre le mescole a disposizione. Sarà interessante capire quale compound decideranno di utilizzare con Lewis Hamilton visto che dovrà effettuare una gara di rimonta per cercare di scavalcare le due McLaren e mettersi così all’inseguimento di Verstappen. Bottas, invece, partendo dal fondo è probabile che partirà con le hard per effettuare un primo stint di gara lunghissimo.

 

Per tutti sarà fondamentale effettuare una sola sosta visto che ai box si andranno a

perdere 25 s che sarà alquanto difficile recuperare in pista. Sarà comunque molto dura battere la McLaren che può contare su una vettura molto efficiente con la Power Unit più potente del Circus. Sul passo gara, nelle FP2 di questa mattina, hanno avuto un ritmo più lento rispetto alla Mercedes di circa 5-6 decimi al giro. Gap che è veramente risicato per poter effettuare sorpassi a Monza considerando anche che la vettura inglese è tra le monoposto più veloci sul dritto.

 

McLaren ha la possibilità di guadagnare punti preziosi sulla Ferrari che non sembra avere nessuna possibilità di tenere il ritmo di Norris e Ricciardo. Analizzando i

tempi di questa mattina il gap tra la SF21 e la MCL35M è di circa 4 decimi al giro che equivalgono alla differenza che abbiamo potuto notare in questa Sprint Qualyfing. Sulla Ferrari bisogna segnalare l’utilizzo della specifica 1 sulla vettura di Leclerc dopo i problemi accusati durante le qualifiche di ieri. Si tratta di un motore con un chilometraggio piuttosto elevato che non aiuterà sicuramente il pilota monegasco. Se la gara sarà lineare per Leclerc e Sainz sarà alquanto difficile migliorare le posizioni ottenute oggi (sesto e settimo) visto che le macchine davanti sembrano avere un ritmo inavvicinabile. Attenzione alla rimonta da dietro di Perez (P9) e dell’Aston Martin di Vettel che è sembrata essere competitiva sul ritmo gara.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche