F1, Hamilton investe in NFL: è un nuovo azionista dei Denver Broncos

Formula 1
©Getty

Il sette volte campione del mondo di Formula 1, dopo il secondo posto conquistato domenica all'Hungaroring, è entrato a far parte del gruppo di proprietà del club di NFL. Hamilton: "Felicissimo di unirmi a un incredibile gruppo di proprietari e di entrare a far parte della storia dei Denver Broncos, si tratta di un'occasione unica nella vita"

La Formula 1 è in vacanza, ma Lewis Hamilton non si ferma. Il sette volte campione del mondo, dopo aver conquistato un ottimo secondo posto al GP di Ungheria, nella giornata di martedì è ufficialmente entrato a far parte del gruppo di proprietà dei Denver Broncos, club di football americano. "Felicissimo di unirmi a un incredibile gruppo di proprietari e di entrare a far parte della storia dei Denver Broncos - ha scritto Sir Lewis su Instagram. Si tratta di un'opportunità unica nella vita per avere un impatto sullo sport e lavorare con una squadra di fama mondiale. Sono pronto a iniziare e essere da esempio del valore di una leadership più diversificata in tutti gli sport".

Hamilton storia

Walton: "Hamilton sa cosa serve per guidare una squadra vincente"

leggi anche

F1: classifiche e numeri del Mondiale, GP per GP

Ad annunciare l'ingresso in società di Hamilton ci ha pensato Rob Walton, che a nome del gruppo di proprietà della famiglia Walton-Penner ha rilasciato una dichiarazione sui canali ufficiali: "Siamo lieti di dare il benvenuto nel nostro gruppo di proprietà a Sir Lewis Hamilton, sette volte campione del mondo di Formula 1. È un campione che sa cosa serve per guidare una squadra vincente e un feroce sostenitore dell'uguaglianza globale, anche nel suo stesso sport. Con oltre 100 vittorie in gara, Lewis è considerato il pilota di F1 di maggior successo di tutti i tempi. Il suo spirito resiliente e il suo standard di eccellenza saranno una risorsa per il gruppo di proprietà e l'organizzazione dei Broncos".

Hamilton e l'interesse per l'acquisto del Chelsea

leggi anche

Hamilton: "Dopo la sosta puntiamo a vincere"

Nella scorsa primavera Hamilton aveva mostrato interesse nel rilevare il Chelsea da Roman Abramovich, con il pilota inglese che confermò di far parte di una delle cordate che avevano presentato un'offerta per l'acquisto dei Blues. Poi, però, non se ne fece più nulla con il club inglese che è stato rilevato da un gruppo guidato dall'imprenditore statunitense Todd Boehly. Ora per Sir Lewis si apre un nuovo capitolo nel football americano.