03 settembre 2017

Formula 1, Ricciardo a Monza da 16° a 4°: "Tutto perfetto"

print-icon

Rimonta favolosa dell'australiano della Red Bull, scattato dalle retrovie dopo una penalità. Ha centrato il giro veloce (1:23.361) e sfiorato il podio: "Ringrazio la squadra. Poteva andare meglio, speriamo di farcela il prossimo anno"

TEMPI E ORDINE D'ARRIVO - CLASSIFICHE DEL MONDIALE

Quarto al traguardo di Monza dopo essere scattato, a causa di una penalità (sostituzione degli elementi della power unit), dalla sedicesima casella in griglia: quella di Daniel Ricciardo a Monza è stata una vera impresa, cui si somma l'aver centrato il giro più veloce (1:23.361). Assieme al vincitore Hamilton, l'australiano della Red Bull è stato protagonista del GP d'Italia, grazie anche ad un favoloso sorpasso su Raikkonen alla Prima Variante (41° giro). 

Il sorpasso su Raikkonen

"Quando ho sorpassato Kimi ero molto rapido e il mio ingegnere mi ha detto che ogni giro guadagnavo un secondo su Vettel e che se continuavo così all'ultimo passaggio saremmo stati molto vicini. Ma poi Seb è andato più forte e non sono riuscito a farcela", ha commentto Ricciardo al termine della gara. 

La gioia e l'obiettivo

"Sono molto contento per la gara, ho intravisto il podio e spero di esserci il prossimo anno. Una bella strategia, sono soddisfatto di come è andata oggi", ha aggiunto pensando già alla prossima stagione.

I complimenti al team

"Abbiamo fatto anche il miglior pit-stop e per questo ringrazio la squadra. Ho iniziato con le soft ed ero messo bene nel finale, tanto da attaccare con le supersoft. Tutto è stato perfetto oggi. Il podio sarebbe stato meglio, ma quarto va bene. L'inizio è stato molto difficile, perché dietro agli altri la macchina scivolava tanto e le gomme erano molto calde così come i freni. Poi, nel momento in cui non ho avuto nessuno davanti, ho beneficiato di un un po' di aria pulita e la nostra velocità è arrivata. Alla fine abbiamo anche fatto il giro veloce", ha concluso.

tutti i video del mondiale

I PIU' VISTI DI OGGI