04 novembre 2017

Formula 1: Hamilton, vicino il rinnovo con la Mercedes fino al 2020

print-icon
ham

Lewis Hamilton a colloquio con Toto Wolff (Sutton)

Il britannico, fresco di quarto titolo iridato, chiuderà nelle prossime settimane con il team di Stoccarda il prolungamento dell'attuale accordo in scadenza nel 2018: per lui si parla di un ingaggio record di 45 milioni di euro all'anno

MERCATO F1: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Lewis Hamilton è vicino al rinnovo con la Mercedes fino al 2020. Il britannico, che domenica scorsa in Messico ha conquistato il quarto titolo iridato, il terzo negli ultimi quattro anni con il team di Stoccarda, definirà gli ultimi ritocchi con Toto Wolff e soci entro la fine del mese di novembre. Aspettiamoci dunque a breve la comunicazione ufficiale per un prolungamento che potrebbe portargli nelle tasche circa 45 milioni di euro all'anno (+ 8 milioni rispetto all'attuale contratto), secondo quanto riportato dall'Evening Standard. "Abbiamo già discusso la scorsa settimana e ci siamo dati appuntamento per i prossimi giorni - ha detto Hamilton -. Dobbiamo solo capire come possiamo migliorarci l'uno con l'altro. E' un processo che resta tra noi, qui in Mercedes sto molto bene, si tratta solo di prolungare un accordo già esistente fino al 2018. Sono sicuro che il prossimo anno sarò ancora qui, spero di restarci ancora un altro po'...". L'intenzione delle due parti è quella di estendere l'attuale contratto fino al 2020, anno in cui termina il famoso Patto della Concordia e in cui vanno in scadenza le altre stelle del circus come Vettel e Verstappen. 

HAMILTON, UNA STAGIONE DA INCORNICIARE

"Ritiro? No, mi diverto ancora..."

A 32 anni, con quattro Mondiali in bacheca e una serie infinita di record infranti, Hamilton potrebbe anche pensare a un ritiro in stile Rosberg. Ma non è certo questo il caso, come confermato a Sky Sports F1: "Mi sto divertendo come non mai a guidare - ha detto Lewis -. Non so se sarà ancora per tanti anni, ma finchè mi divertirò, andrò avanti. So che c'è una vita oltre la Formula 1, sto lavorando anche per questo e so anche che questo è il miglior periodo della vita di un uomo. Non prolungherò troppo la mia permanenza in Formula 1, ma adesso mi sto divertendo troppo". Hamilton non vuole mollare niente nemmeno in questo finale di stagione, che lo vedrà impegnato ancora in Brasile e ad Abu Dhabi: "Ora che non abbiamo più la pressione della classifica, possiamo divertirci - ha detto -. Dobbiamo restare concentrati e vincere per dimostrare che siamo i più forti di questa stagione". 

La griglia provvisoria del 2018

In vista della prossima stagione, Williams, Toro Rosso e Sauber devono ancora confermare la coppia di piloti in pista, come confermato dalla grafica di Sky Sports, anche se i grandi movimenti di mercato si vedranno nel 2019. Se i capitani delle tre auto contendenti al titolo (Hamilton, Vettel e Verstappen) saranno bloccati fino al 2020, chi saranno le secondo guide al loro fianco? Il pezzo pregiato fra 12 mesi sarà senza dubbio Daniel Ricciardo, che la Red Bull vorrebbe trattenere offrendogli un contratto simile a quello del compagno olandese. L'australiano, però, si sente messo in secondo piano dalla scuderia austriaca e sarebbe nel mirino di Ferrari e Mercedes in vista del 2019. 

HAMILTON CAMPIONE, TUTTI I VIDEO

I PIU' VISTI DI OGGI