13 novembre 2017

Formula 1: violenza in Brasile, la McLaren annulla i test

print-icon
McLaren, Interlagos

McLaren, Interlagos (Getty)

Venerdì la rapina a Hamilton e altri membri del team Mercedes: la mancanza di sicurezza preoccupa Pirelli e McLaren, che hanno deciso di annullare le prove previste questo weekend sul circuito di Interlagos

La questione sicurezza ad Interlagos non è finita. È terminato il Mondiale 2017, ma il tema rimane caldo. Pirelli e McLaren avevano previsto due giorni di prove sul circuito brasiliano, per provare gli pneumatici da utilizzare nella prossima stagione. La sessione prevista a San Paolo è stato invece annullata. La scelta, comunicata dalle due aziende, è dovuta alla mancanza di sicurezza intorno al circuito. In un tweet la McLaren ha fatto sapere di aver raggiunto una posizione comune con la Pirelli: "Abbiamo deciso insieme di cancellare le prove di questo weekend. La nostra sicurezza è stata sempre la nostra priorità e, visti gli eventi recenti, sentiamo che questo è un rischio non necessario". Il riferimento è agli episodi di violenza avvenuti durante il fine settimana scorso alle squadre Mercedes, Williams e Sauber.

Aveva richiamato particolarmente attenzione quanto riferito da Lewis Hamilton sui suoi profili social nella giornata di sabato: "Alcuni uomini della mia squadra sono stati rapinati e sono stati esplosi dei colpi di pistola ieri sera lasciando il circuito qui in Brasile. Questo è sconvolgente. Prego per i miei ragazzi che sono professionisti e adesso sono scossi da questa vicenda. Accade ogni anno qui. La F1 e le squadre devono fare di più, non c'è scusa!". La Fia aveva annunciato che avrebbe rafforzato le misure di sicurezza, ma evidentemente non è bastato per convincere Pirelli e McLaren...

Formula 1 2017, tutti i video

I PIU' VISTI DI OGGI