user
17 maggio 2018

Formula 1, Sky Spy: Ricciardo tiene in ostaggio il mercato piloti

print-icon
ric

Daniel Ricciardo (foto: Sutton Images)

Mancano ormai pochi giorni all’atteso Gran Premio di Monaco, appuntamento di grande prestigio ma anche tappa che lancia definitivamente il mercato piloti in vista del prossimo Mondiale. L'uomo da tenere d'occhio è Daniel Ricciardo attorno al quale ruotano diversi sedili

TEST BARCELLONA: DAY 1 - DAY 2

LE CLASSIFICHE DEL MONDIALE

Negli Yatch attraccati nel porto del Principato o nei lussuosi Hotel disseminati lungo il circuito i meeting, più o meno segreti, sono parecchi: si firmano opzioni, si trattano clausole e si definiscono ingaggi, ovviamente difendendo i propri interessi. Che spesso può anche voler dire sbarrare la strada ad un potenziale compagno di squadra scomodo, o favorire un pilota più gradito di altri.

Dodici mesi fa le trattative furono pressoché nulle, con tutti i nomi ‘top’ già confermati o avviati verso una riconferma scontata, ma il mercato 2018 è partito in modo molto più vivace. In attesa dell’annuncio del rinnovo Mercedes-Hamilton (che sembra scontato, ma intanto è costantemente rimandato….) a tenere tutti fermi è Daniel Ricciardo. L’australiano ha chiesto tempo prima di prendere una decisione definitiva: dare ancora fiducia alla Red Bull o guardare altrove? Le ultime vicende legate alla convivenza interna con Max Verstappen fanno pensare alla seconda opzione, ma serve un’alternativa all’altezza, come già sottolineato da tempo, che vuol dire Ferrari o Mercedes.

A sperare nel “mossa Ricciardo”, che in questo caso sarebbe una mossa verso altri lidi, sono in tanti, perché un eventuale addio di Daniel alla Red bull innescherebbe una serie di cambiamenti a cascata. Il primo ad essere chiamato in causa sarebbe Carlos Sainz, che sulla carta è il candidato a sostituire “the mask” in Red Bull, ma c’è una clausola legata alla motorizzazione. Se sarà ancora Renault, Sainz non potrà opporsi ad un eventuale chiamata della sua ex squadra, ma se Red Bull punterà sulla power unit Honda, allora (se lo vorrà) Sainz potrebbe anche decidere di mantenere il suo posto in Renault, sempre che il sedile resti a sua disposizione. Sainz ha un contratto di un anno, e il volante al fianco di Hulkenberg (il contratto del tedesco scade a fine 2019) è particolarmente ambito.

È infatti oggetto di interesse da parte di almeno altri tre piloti: Esteban Ocon, Stoffel Vandoorne e Sergio Perez. Qui si passa ad un'altra zona del mercato, che interessa Mercedes. Se, come tutto fa supporre, oltre alla conferma di Hamilton arriverà anche quella di Bottas, la Mercedes potrebbe avere il problema di trovare un volante al baby del vivaio George Russell, soprattutto se il ventenne britannico farà suo il campionato Formula 2. In questo caso Mercedes spera che Ocon possa essere di interesse da parte della Renault (il passaporto aiuta) liberando un volante alla Force India che sarebbe destinato a Russell.

Mondiale F1 2018, tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più letti di oggi