Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
13 luglio 2019

Formula 1, GP Silverstone 2019: l'analisi delle qualifiche in Gran Bretagna

print-icon

Bottas strappa la pole a Hamilton sul circuito di casa dell'inglese. Buono il giro veloce di Leclerc che perde la prima posizione di un soffio per una sbavatura nell'ultimo settore. Strategia diversa per Ferrari che, a differenza di Mercedes e Red Bull, ha deciso di qualificarsi con le soft per sopperire ai problemi di graining. Buone qualifiche per Gasly e Ricciardo

Il GP della Gran Bretagna domenica alle 15.10 in diretta esclusiva su Sky Sport F1

GP SILVERSTONE, LA GARA LIVE

GUIDA TV - CALENDARIO

Pole Position di Bottas ma Leclerc è lì a mettere pressione

Bottas batte Hamilton sul tracciato di casa del cinque volte campione del mondo e la Ferrari di Leclerc ha dimostrato anche nella giornata odierna di essere li vicina alla Mercedes sul giro secco. Leclerc è stato battuto di soli 79 millesimi grazie ad un ottimo secondo tentativo in Q3 dopo che nel primo aveva commesso qualche errore nel tratto finale della pista. Non pervenuto, invece, Vettel che è stato autore di una qualifica da dimenticare ottenendo solo il sesto tempo. Nella mischia di testa ci sono anche le Red Bull grazie al quarto tempo di Verstappen, staccato da Bottas di soli 183 millesimi e al quarto di Gasly che finalmente è riuscito ad ottenere un risultato degno della vettura che guida. L’autore della pole position "degli altri" è stato Ricciardo che è riuscito a precedere la Mclaren di Lando Norris, la Toro Rosso di Albon e la RS 19 del compagno di squadra Hulkenberg.

Mercedes e Red Bull al via con le medie, Ferrari con le soft

La Ferrari ha deciso di non seguire la strategia scelta da Mercedes e Red Bull che si sono qualificati con le medie ma ha optato per le soft dopo un primo tentativo effettuato con lo stesso compound degli altri. È stata una scelta pianificata come da detto Leclerc al termine delle qualifiche: “Siamo contenti di partire con le morbide. Questo è sempre stato il piano. Ieri nelle simulazioni non eravamo contenti delle Medie sui long run”. Queste affermazioni del pilota monegasco le avevamo mostrate nell’analisi delle prove libere 2 dove la differenza sul passo tra la SF90 e la W10 era stata veramente enorme. Il grafico in basso va ad evidenziare le difficoltà avute dalla Rossa con le gomme medie con le quali Leclerc ha avuto, fin dai primissimi giri, un fastidiosissimo graining".

Ferrari dovrà sfruttare al massimo i primissimi giri della gara, inclusa la partenza, dove le soft potranno offrire uno spunto sicuramente migliore rispetto alle medie. Anche i primi giri saranno molto importanti per Leclerc e Vettel visto che le rosse, almeno nei primissimi giri, saranno più veloci rispetto alle medie utilizzate da Mercedes e Red Bull.

Hamilton ha mancato la pole position, Bottas ne approfitta        

È veramente molto pesante la prima posizione ottenuta da Bottas che è riuscito a battere, per soli 6 millesimi, l’idolo di casa Hamilton. Un Hamilton che a fine qualifiche non era soddisfattissimo del comportamento della sua vettura ma era anche convinto del lavoro fatto dal suo team in ottica gara. Se osserviamo gli intertempi possiamo notare che la prima posizione era alla porta di Lewis che l’ha mancata semplicemente perché non è riuscito a mettere insieme un giro perfetto. Questa cosa si sta ripetendo spesso in questa stagione nonostante le tante prime posizioni conquistate anche in questa stagione. Nel primo tentativo ha commesso un errore nel settore centrale che gli ha fatto perdere decimi preziosi mentre, nell’ultimo, pur ottenendo un buon crono in quello centrale e il migliore nel terzo non è riuscito a scavalcare Bottas che è stato autore di un giro sicuramente più pulito rispetto a quello del compagno di squadra.

La prestazione della Ferrari è stata sicuramente positiva a dimostrazione che il lavoro che stanno facendo a Maranello sta dando i suoi frutti. Su una pista sulla carta molto favorevole alla Mercedes, la SF90, è riuscita a qualificarsi molto vicino agli anglo-tedeschi. Se analizziamo i singoli intertempi posiamo notare che, Leclerc, è stato il più veloce nel primo tratto di pista, si è ben difeso nel secondo ed ha perso 1 decimo abbondante nel terzo e questo gli è valso la prima posizione. Sicuramente, rispetto alla giornata di ieri, sono stati fatti dei passi in avanti visto che nelle prove libere 2 il gap nel settore 3 era superiore ai 4 decimi. Se Leclerc sorride, Vettel non può essere soddisfatto del risultato ottenuto visto che ha rimediato un gap inusuale rispetto al compagno di squadra. Il tedesco non è mai parso soddisfatto del bilanciamento della SF90 e durante le qualifiche si è spesso lamentato del comportamento del posteriore. Vediamo se questo lavoro fatto sulla sua vettura potrà rendere in gara in modo da farlo rimontare e metterlo in lotta per le prime posizioni insieme ai due Mercedes e alla Red Bull di Verstappen. Red Bull che dopo la vittoria austriaca sembra aver fatto dei decisi passi in avanti e questo è evidenziato anche dalla prestazione di Gasly che per la prima volta in stagione è riuscito a rimanere piuttosto vicino a Verstappen. La gara di domani sarà una lotta molto avvincente tra Mercedes, Ferrari e Red Bull e la differente scelta strategica renderà ancora più imprevedibile l’andamento della corsa. Mercedes parte con i favori del pronostico ma non sarà tutto così scontato come era sembrato dall’analisi dei long run di ieri.

Hai già aggiunto Sky Sport ai tuoi contatti Whatsapp?

  • tag

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi