Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
02 giugno 2018

MotoGP, Mugello 2018. In moto con Valentino Rossi nel suo giro da record VIDEO

print-icon

Il Dottore ha frantumato il precedente record della pista e conquistato la pole nel GP d'Italia: è la 65^ della carriera. Ovazione del Mugello, applausi da tutti al suo rientro nel paddock. Riviviamo qui il suo favoloso giro

IL SIPARIETTO TRA ROSSI E LORENZO

L'ORDINE DI ARRIVO AL MUGELLO

LA CLASSIFICA - IL CALENDARIO

Semplicemente favoloso. Valentino Rossi è tornato, e con un giro velocissimo in 1:46.208 ha conquistato la pole position per il GP d'Italia al Mugello. Che sul weekend di Valentino ci fossero sensazioni positive, lo si era intuito già nel corso delle prove libere, caratterizzate da un progressivo miglioramento, ma nelle qualifiche è stata centrata la perfezione. Perfetta è apparsa la sua Yamaha M1, equilibrata e solida, che ha permesso al pesarese di tornare a prendersi quella prima casella in griglia che gli mancava dal 2016 a Motegi (Giappone). Per Valentino, inoltre, la 65^ pole della carriera coincide anche il nuovo record della pista. Il precedente primato era di Andrea Iannone, che tra l'altro si era migliorato poco prima dell'exploit di Vale. Il pilota abruzzese della Suzuki ha chiuso le qualifiche con il quarto tempo. Tra loro si sono piazzati Jorge Lorenzo e Maverick Vinales, staccati dal Dottore rispettivamente di 35 e 96 millesimi. Rossi si è poi goduto l'ovazione del Mugello e gli applausi di tutti in pit mentre rientrava al parco chiuso. "La gara sarà più dura, perché soffriamo molto con le gomme", ha detto nel post qualifiche. Ma intanto è tornato, e ce lo godiamo così. 

La griglia

In seconda fila, come detto, Iannone, 4° a 0"139 davanti a Petrucci (+0"237) e Marquez (+0"246). Dovizioso in terza fila con il 7° tempo (+0"292), mentre Crutchlow (+0"605), Zarco (+0"622) e Rins (+0"701) chiudono la top 10.

"Una sorpresa"

"Sono contentissimo, questa pole è una sorpresa - ha aggiunto il 39enne Rossi -. Nell'ultima sessione di prove libere avevamo provato le gomme un po' più dure ma siamo stati in difficoltà. Viceversa, con le gomme medie è andata meglio, la moto si guidava bene e quando ho visto il tempo ho pensato 'posso farcela...'. E' stata una grande emozione, mi sono goduto il tifo".

MOTOGP 2018, TUTTI I VIDEO

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi