Moto3, GP Malesia: Martin in pole, Bezzecchi subito dietro

MotoGp

Paolo Lorenzi

Ancora una volta in prima fila, insieme a giocarsi un avvincente finale di stagione. Qualifica da brividi, giocata sul filo della bandiera a scacchi, ma con tempi record. Marco rischia di prendere la bandiera a scacchi ma stacca il secondo tempo a fianco di Jorge. Terzo Arbolino sesto Bastianini, dodicesimo Vietti alla terza gara con lo Sky Racing Team in Moto3

LA GARA DELLA MOTOGP

LE GARE DI MOTO2 E MOTO3

LA CLASSIFICA - IL CALENDARIO

Fianco a fianco, i duellanti potranno scrutarsi da sotto la visiera, domani sulla prima fila della griglia forse decisiva di questo atteso, combattuto, incredibile finale di stagione. In mezzo a loro, un soffio d’aria, lo spazio di una moto e 12 punti a separarli in classifica. Jorge e Marco, il fenomeno spagnolo e l’outsider italiano cresciuto gara dopo gara, fino a insidiare il primato del campione designato. Martin era partito con la corona in testa, vincitore in Qatar alla prima gara, Marco ha vinto quella dopo. Da lì in poi è stato la sua ombra e il suo incubo.

Domani saranno uno accanto all’altro, copione perfetto, abbozzato dalla mano di un invisibile scenografo. Come la classifica di sabato: attesa spasmodica fino a pochi minuti dalla fine. Gara di nervi e strategia, gli ultimi snervanti istanti passati a curarsi sui monitor per non dare alcun vantaggio all’avversario. Tutto giocato in una manciata di secondi. Martin che scatta dopo aver lasciato partire il grosso del gruppo (3 minuti dalla bandiera a scacchi) e Bezzecchi che prova a buttarsi sulla sua scia, ma la moto non parte: 2,40, 2,30, 2,20… ci vogliono 2,12 minuti, tirando forte e con lo slancio. Da fermo è un’impresa, una speranza… Bezzecchi si lancia, prendendosi un rischio a ogni curva sull’asfalto umido di Sepang.  Un’Ave Maria a ogni staccata, un “tutto per tutto” contro il cronometro che scandisce gli ultimi secondi. Se prende la bandiera a scacchi Marco potrebbe partire molto indietro, troppo per chi deve inseguire anche in classifica. Intanto il fulmine spagnolo brucia tutti, si scrolla di dosso lo stormo d’inseguitori che lo bracca e piazza una pole perentoria. Copione rispettato, ma l’imprevedibilità è la cifra di Bezzecchi che supera il penultimo traguardo per uno, forse due secondi non di più, per poi lanciarsi in un ultimo disperato giro capolavoro. Da solo. Con la determinazione di chi insegue e non vuole mollare. Sono tempi record, anche i suoi. L’ultimo crono gli vale il secondo posto.

Gli altri sono contorno: Arbolino, bravissimo, terzo, dietro McPhee e Arenas con Bastianini. Antonelli è decimo, Vietti (ancora una volta sorprendente) dodicesimo, Di Giannantonio tredicesimo, Dalla Porta quattordicesimo. Foggia sedicesimo, dovrà inseguire, ma in gara col gioco delle scie nulla è scontato. Nemmeno per Bezzecchi e Martin.

Risultati qualifiche Moto3 GP Malesia

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche