Superbike, Honda e Kawasaki si presentano

MotoGp
Honda1

Honda e Kawasaki hanno presentato ufficialmente le squadre 2019 per il mondiale Superbike. La casa di Tokio, con l’engineering Moriwaki e il supporto di Althea, è decisa a ritornare protagonista nel WBSK, mentre Kawasaki con il fenomeno Rea è per tutti l’avversario da battere. Da domani si torna in pista per l’ultima sessione di test in Australia prima del via

I mondiali World Superbike, World Supersport, World Supersport 300 live su Sky Sport MotoGP: qui tutti i dettagli

LO SPECIALE SUPERBIKE

Honda rinnova l’impegno nel WorldSBK con un team supportato ufficialmente, con l’obiettivo di tornare ai fasti della prima decade del 2000 quando Colin Edwards riuscì a vincere il titolo a Imola (era il 2002) e James Toseland bissò l’alloro mondiale nel 2007. Camier e Kiyonari avranno a disposizione le CBR1000RR 2019 seguite in pista da Moriwaki e di Althea. Fiducia e voglia di ben figurare, in una stagione che deve segnare la svolta per Honda in SBK. “È un vero onore essere coinvolto in questo progetto supportato da Honda e dall’esperienza di Moriwaki e di Althea – dice Camier. È tutto nuovo ovviamente, questo significa che avremo tanto lavoro da fare ma penso che abbiamo un buon potenziale e sono impaziente di vedere che cosa riusciremo a fare. Sarà utile l’uscita in pista con i nostri rivali (primo test Honda con tutti domani e dopo - ndr) per capire a che punto siamo – ha poi aggiunto –. Come ho già detto ci aspetta molto lavoro da fare, la moto è stata sviluppata in diversi campionati e siamo pronti per la sfida. Il nostro obiettivo principale è quello di migliorare gara dopo gara”.

I test di Phillip Island pre round di apertura in Australia saranno fondamentali anche per Ryuichi Kiyonari, il cui ritorno nel WorldSBK è sicuramente uno dei punti di interesse della nuova stagione: “Sono eccitato da questa opportunità di tornare nel World Superbike e ringrazio Honda, Moriwaki e Althea di aver puntato su di me. Molte cose sono cambiate dall’ultimo campionato a cui ho partecipato, nel 2009, e penso che il livello sia molto più alto adesso perché ci sono piloti molto veloci. Detto questo, negli ultimi anni ho lavorato sodo (tra BSB in Inghilterra e AllJapan SBK championship - ndr) e spero di continuare a crescere in questa stagione sviluppando la moto con l'aiuto del mio nuovo team. Sono motivato e credo che insieme otterremo ottimi risultati”.

Anche il team 4 volte campione del mondo, piloti e costruttori, il Kawasaki Racing by Provec si è presentato alla viglia del primo Round del mondiale 2019. In Australia Rea e Haslam, all’atto dell’unveiling della nuova livrea, hanno voluto rilasciare alcune dichiarazioni. Ecco le parole del fenomeno nordirlandese: “Quello che ho imparato da questa esperienza è l’importanza di stare calmi e di concentrarsi per lavorare bene col team. Abbiamo la miglior struttura, la miglior moto. Sento il penso delle aspettative che ci sono su di me e ho bisogno di sentirmi bene quando sono in sella. Ho iniziato ad apprezzare la nuova moto fin dai test pre-season! Sto lavorando per ottenere il massimo feeling ma col tempo sono sicuro che ci innamoreremo. Speriamo di vivere una bella storia insieme!”.

Prontissimo e motivato come non mai anche il compagno Haslam, che torna nel WorldSBK: "Sto aspettando di svegliarmi, è un sogno. Ho trascorso nove bellissimi anni nel WorldSBK ma non ho mai avuto un'opportunità come questa. Lavorare col KRT, Kawasaki, entrare a far parte del team che ha dominato le ultime questura stagioni... Non vedo l'ora d'iniziare' vorrei poter già”.

(tutte le foto WorldSBK.com)

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche