Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
19 febbraio 2019

Superbike. Ducati e Bautista imprendibili negli ultimi test prima del via della stagione

print-icon

Seconda e conclusiva giornata di test a Phillip Island sulla pista che ospiterà sabato e domenica le prime tre gare del mondiale Superbike 2019. Bautista e la Ducati si confermano velocissimi ed il livello generale della competizione molto alto con i primi 5 racchiusi in mezzo secondo (VIDEO: HIGHLIGHTS REAL SOUND)

I mondiali World Superbike, World Supersport, World Supersport 300 live su Sky Sport MotoGP: qui tutti i dettagli  

LO SPECIALE SUPERBIKE

Álvaro Bautista chiude anche il day-2 dei test di Phillip Island davanti a tutti, abbassando di oltre 4 decimi il suo miglior crono di ieri, girando in 1'30.303. A questo punto lo spagnolo può essere considerato il primo sfidante del campionissimo Jonathan Rea che nella seconda sessione ha accusato un ritardo di mezzo secondo dal leader Bautista, che ha inanellato ben sette giri con un tempo migliore del best lap del nordirlandese. Rea, che viene da una striscia di 11 vittorie consecutive in campionato, ha staccato un 1'30.761 che gli è valso la 4^ posizione di giornata.

Sul podio del day-2 dei test di Phillip Island salgono anche Tom Sykes con la BMW e Leon Haslam con la seconda Kawasaki del KRT. Lo sviluppo della nuovissima S1000RR prosegue molto bene e nel team SMR c'è fiducia. Sykes, con una superbike che ha ancora molta strada davanti per completare lo sviluppo, sta girando già fortissimo e i soli due decimi di gap da Bautista lo dimostrano. Haslam, compagno di Rea, ha macinato oltre 100 giri. Il tempo è arrivato (è 3° a 0.36 da leader), ma sono soprattutto il livello di confidenza e l'adattamento dello stile di guida alla ZX10RR a soddisfare il campione inglese del BSB 2018.

Tra i sette piloti scesi sotto l'1'31 ci sono anche Marco Melandri e Michael Van Der Mark. L'italiano si conferma in decisa crescita rispetto alla difficile sessione di test in Portogallo, mettendo la miglior R1 del team GRT in quinta posizione a meno di mezzo secondo da Bautista, mentre l'olandese della Yamaha factory chiude settimo. Tra i due piloti della casa di Iwata si inserisce Toprak Ratzagatlioglu con la Kawasaki del team Puccetti, al secondo giorno in sella alla moto in versione 2019.

Le altre due Yamaha, quella di Sandro Cortese e di Alex Lowes sono rispettivamente ottava e nona. Insolito trovare l'inglese in fondo alla top ten in questo pre-season, ma complice una caduta alla curva 4 la giornata non è stata il massimo per il pilota del team Crescent.
Chiudono la top-10 Jordi Torres e Leandro Mercado con le Kawasaki indipendenti dei team Pedercini e Orelac.

Ancora attardato Chaz Davies, che dopo la giornata da dimenticare di ieri migliora di mezzo secondo il suo crono, ma resta in 14^ posizione a 1.4s dal compagno in Ducati Aruba.it racing.
Leon Camier
e Ryuichi Kiyonari alla seconda giornata di test con le Honda CBR1000 Moriwaki-Althea chiudono con un gap tra il secondo e il secondo e mezzo (13° e 15° rispettivamente) davanti alle Ducati indipendenti di Eugene Laverty e Michael Ruben Rinaldi che precedono il rookie Alessandro Delbianco.

Venerdi si torna in pista, quindi sabato superpole e gara1 e domenica superpole race e gara2 live su SkySportMotoGP

superbike

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi