Moto2 e Moto3, GP Austria 2019: numeri e curiosità sulla gara di Spielberg

MotoGp

Solo tre edizioni per le classi minori a quattro tempi sul Red Bull Ring. Sembrano poche per un’analisi, ma a ben vedere... 

RIVIVI LA GARA DI MOTOGP - CLASSIFICA - CALENDARIO

IL RACCONTO DELLE GARE DI MOTO3 E MOTO2

Il Red Bull Ring è il portafortuna dei piloti Moto2: in tre edizioni su tre chi ha vinto qui ha poi vinto il mondiale a fine anno. Zarco nel 2016, Morbidelli nel 2017 e Bagnaia nel 2018. Un bell’amuleto per chi aspira alla vittoria iridata, e un bel bottino per l’Italia con 2 vittorie su 3. Tre vincitori in tre gare, ed altrettanti poleman in Moto2 (Zarco, Pasini, Bagnaia). 8 piloti diversi sul podio su 9 piazzamenti disponibili: solo Franco Morbidelli è riuscito a salire sul podio due volte qui, nel 2016 e 2017. La statistica del vincitore che si rivela poi campione in Moto2 sembra essere l’unica costante...

Volti nuovi in Moto3

Un dato è certo: in Moto3 avremo un nuovo vincitore al Red Bull Ring. I due piloti che si sono imposti qui: Joan Mir (2016 e 2017) e Marco Bezzecchi (2018), sono migrati rispettivamente in MotoGP e Moto2, quindi c’è spazio per iscrivere un nome inedito sull’albo d’oro. Ed avremo pure un podio inedito: i sei piloti saliti sul podio al Red Bull Ring non fanno più parte del mondiale Moto3 in questa stagione. Si tratta di: Joan Mir, Enea Bastianini e Jorge Martin con due podi ciascuno; Jorge Martin, Brad Binder, Philipp Oettl e Marco Bezzecchi con uno. Eccetto Mir (MotoGP), fanno tutti parte del campo partenti della Moto2.

Sempre il più veloce

Così come accade per la MotoGP, anche in Moto2 il Red Bull Ring è il tracciato con le medie più elevate dell’anno. Per la Moto2 il muro da abbattere è quello di 1’29”255, per una media di 174,161 km/h, ottenuto da Johann Zarco nel 2016. Le “piccole” Moto3 invece non sono in grado di beneficiare della natura del tracciato e, contrariamente alle due classi maggiori, il Red Bull Ring non è mai stato il circuito più veloce dell’anno. La media record in qualifica nel periodo 2016-2018 in Moto3 è sempre andata a Phillip Island, in cui nel 2018 le Moto3 sono riuscite a registrare 165,779 km/h di media (Jorge Martin, 1’36”779, tempo della pole position).

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.