MotoGP, GP Brno 2020. Massimo Rivola: "Crutchlow in Aprilia? Noi aspettiamo Iannone"

MotoGp

Dopo aver fatto ricorso a inizio giugno contro la sentenza della Corte Disciplinare della FIM, Iannone è ancora in attesa della sentenza del Tas per sapere se potrà tornare a correre. L’amministratore delegato di Aprilia: "Quest’attesa è ingiustificata. Non esiste una data per il ritorno di Andrea, noi lo stiamo aspettando. La sensazione è che la Wada stia facendo di tutto per farci perdere tempo, è l’unico modo che ha per far pagare una pena a Iannone"

MOTOGP, LA GARA GIRO DOPO GIRO

A inizio giugno Andrea Iannone ha presentato ricorso in appello dopo la sentenza della Corte Disciplinare della FIM, che aveva comminato 18 mesi di sospensione. Subito dopo è arrivato l’appello della Wada, agenzia mondiale antidoping, che ha richiesto di inasprire la pena a 4 anni. Oggi sono passati due mesi e Iannone è ancora in attesa della sentenza del Tas. Massimo Rivola, amministratore delegato di Aprilia Corse, non ci sta: "La Wada sta facendo di tutto per mettere i bastoni tra le ruote a noi e ad Andrea. La firma di Cal Crutchlow con Aprilia è una balla clamorosa: noi stiamo aspettando Iannone, ma naturalmente dovremo pensare a un piano B se Andrea non sarà con noi. È ovvio che le tempistiche così lunghe ci mettono in grande difficoltà. Non esiste una data per il ritorno di Iannone: quando capiremo meglio quali sono le tempistiche della Wada, potremo anche capire quali saranno le conseguenze. Quest’attesa dal nostro punto di vista è certamente ingiustificata. Tutto il comitato scientifico messo insieme dall’avvocato di Andrea è più che efficiente, sono prontissimi a smontare qualunque accusa verso Iannone, che tra l’altro è stato in parte assolto a parole nel primo giudizio. Ricordiamo che quei 18 mesi non sono coerenti con un giudizio di innocenza. La sensazione è che la Wada, che ha un potere politico molto importante, stia facendo di tutto per farci perdere tempo: questo è l’unico modo che ha per far pagare una sorta di pena a Iannone, dal momento che personalmente sono molto fiducioso che Andrea vinca l’appello”

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche