Superbike, verso il round di Assen: Ducati tutta da decifrare anche in Olanda

SBK
sbk_ducati_2021_griglia

Quinto round del mondiale Superbike 2021 ad Assen. Ducati si presenta nelle “Cathedral of Speed” in cerca di conferme dopo il difficile week-end di Donington. Sabato Gara 1 e Domenica Gara 2 Superbike alle 14, Superpole Race Domenica alle 11. In pista anche SuperSport e SuperSport300. Tutto live su Sky Sport MotoGP

LO SPECIALE SUPERBIKE

Il week-end di Donington è stato certamente molto complicato per le Rosse di Borgo Panigale. Michael Rinaldi, che aveva dominato a Misano, è apparso in difficolta. Fuori dai punti nella Super Pole Race dopo la P12 di Gara 1 sabato, il miglior risultato per il ragazzo di Rimini è stato l’ottavo posto in Gara2. Non molto meglio è andata a Scott Redding che avrebbe dovuto rilanciarsi per la corsa al titolo proprio nel round di casa. Il caposquadra inglese, tra scelta di gomme errate e caduta, può salvare il quarto posto di Gara 2 dove finalmente è riuscito a vedere la bandiera a scacchi finendo non lontano dal podio. Un’iniezione di fiducia per l’ex-MotoGP che con solo 4 round corsi (su 13) non ha alcuna intenzione di arrendersi (parole sue). Lo spirito quindi c’è! La voglia di combattere non lo ha abbandonato.

Sempre in casa Ducati, tra i team Indipendenti da segnalare la prestazione di Chaz Davies (Go Eleven) che torna stabilmente in lotta per la top 10 con una P7 in Gara 2 come miglior risultato, mentre Axel Bassani (Motocorsa), dopo la grandissima prova di Misano, fa un po' più fatica e porta a casa in sequenza una P10 (comunque miglior Ducati in Race 1), P11 (SP Race) e P13. Nulla da segnalare, purtroppo, per Tito Rabat ancora lontanissimo con la Panigale V4R del Barni Racing.

Cosa aspettarsi quindi dalle Ducati ad Assen? Difficile dirlo, certamente una maggior costanza di rendimento sarebbe fondamentale per rientrare in lotta per i titoli: dal Piloti dove Redding ha 64 punti da recuperare a Razgatlioglu, al Costruttori dove le Rosse inseguono non solo Kawasaki ma anche Yamaha, senza dimenticare il trofeo Indipendenti (GRT Yamaha imprendibile?). Purtroppo, almeno per ora, non sembra esserci una regola per spiegare le prestazioni delle Rosse. È tutto un su e giù difficile da comprendere. La parola ad Assen

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche