MotoGP, le statistiche del GP di Aragon: Bagnaia regala all'Italia la 250^ vittoria

statistiche

Michele Merlino

Tutti i numeri del Gran Premio dI Aragon vinto da Bagnaia, con l'Italia che festeggia il 250° successo nella top class e interrompe il digiuno sul circuito spagnolo

Quello di Pecco Bagnaia ad Aragon è stato un successo significativo non solo perché è la sua prima vittoria in top-class, ma anche perché ci ha dato la 250^ vittoria nella classe regina. Siamo la prima nazione a raggiungere questo traguardo: la Spagna ci insegue a distanza, a quota 177. Tornando al primo successo di Pecco, per lui un’impresa oltremodo ardua, perché tutto era contro di lui. Ha vinto in un tracciato in cui non era mai andato a punti in MotoGP e in cui la Ducati non vinceva da 11 anni, inseguito da uno (Marc Marquez) che qui aveva vinto 5 volte, il record del circuito, e con un digiuno di vittorie italiane che aveva toccato 13 gare, il più lungo da Sachsenring 2013-Silverstone 2014 (23).

 

Insomma, proprio tutto congiurava contro Pecco, che è invece riuscito nell’impresa. Il suo numero fortunato, forse, è stato il 24: a 24 anni diventa il 24° vincitore italiano in top-class. Per la Ducati il bilancio di Aragon è piacevolmente divisibile per cinque: 50^ pole in top-class, 55^ vittoria, 175° piazzamento a podio…e Pecco è il 10° pilota che vince per il marchio di Borgo Panigale.

Quartararo e la bestia nera

Niente da fare: chiedete a Quartararo quale circuito cancellare dal calendario, e probabilmente vi risponderà "Aragon”. Non solo non vi è mai salito sul podio, ma in sei occasioni su sette gare corse qui in tutte le classi, in sei occasioni è finito in una posizione più bassa rispetto a quella di partenza. Il caso più eclatante è quello dell’anno scorso: dalla pole al 18° posto finale, lamentando problemi di pressione della gomma anteriore. Quest’anno è andata leggermente meglio, ma comunque dalla 3^ posizione della prima fila è scivolato all’ottava finale, sempre con problemi di gomme.

E sono sette!

Ricambio generazionale accelerato in MotoGP: Bagnaia è il settimo nuovo vincitore negli ultimi due anni dopo Quartararo, Binder, Oliveira, Morbidelli, Mir e Martin. Un numero così elevato nell’arco di due anni non si registrava dal 1975-1976 (Hideo Kanaya, Mick Grant, Barry Sheene nel 1975; Tom Herron, John Williams, Pat Hennen, John Newbold nel 1976). Una prima assoluta invece per la Ducati: per la prima volta in una stagione vincono con tre piloti diversi (Miller, Martin, Bagnaia).

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche