Please select your default edition US
Set Default:
Go
Your default site has been set for 7 days
Caricamento in corso...
04 marzo 2017

NBA, Calderon: 415.000 dollari per 2 ore di lavoro

print-icon
Cal

José Calderon è stato acquistato e tagliato nel giro di due ore dai Golden State Warriors, che gli hanno fatto guadagnare 415.000 dollari "per il disturbo". E adesso è pronto ad andare agli Hawks

L’NBA è una lega spesso crudele, ma che a volte può essere molto generosa. Come nel caso di José Calderon, libero sul mercato dei free agent dopo aver risolto il suo contratto con i Los Angeles Lakers, in una regular season per lui fino a oggi da 3 punti e 2 rimbalzi di media nelle 24 gare giocate. Un contributo risibile dal quale i Lakers si sono separati senza starci troppo a pensare (ci sono ben altri problemi alle pendici della collina di Hollywood) e che ha lasciato la possibilità al playmaker spagnolo di accasarsi con i Golden State Warriors. Seicento chilometri più a nord, ma un mondo cestistico di distanza tra le due squadre, agli antipodi non solo in classifica, ma anche in quanto ad ambizioni. E così Calderon ha preparato le sue cose, pronto a trasformare il viola in blu sulla maglia numero 8 da indossare in campo.

Durant fuori? Meglio Matt Barnes - Per lo spagnolo però, le cose però non sono andate tanto per il verso giusto, visto quanto accaduto sul parquet di Washington: Kevin Durant esce zoppicante dopo meno di un minuto di gioco, costretto ai box per le prossime quattro settimane. La dirigenza californiana non aspetta neanche il fischio finale del match prima di mettersi in contatto con Matt Barnes, entusiasta all’idea di poter tornare a vestire la maglia degli Warriors. Già, la maglia. Quella di Calderon è pronta e in viaggio verso Chicago, dove Golden State è impegnata contro i Bulls. Barnes è già a disposizione, scende in campo per 12 minuti e riassapora la sensazione di essere nuovamente un guerriero. Di Calderon invece, c’è solo la numero 8 in spogliatoio. Piegata e immacolata, senza legittimo proprietario. Per lui lo spazio salariale a disposizione non c’è, quindi l’accordo virtualmente tra le parti è saltato. Scaricare così un giocatore però sarebbe controproducente sia a livello di immagine che di “considerazione” all’interno della lega. Gli Warriors quindi mettono sotto contratto Calderon, per poi tagliarlo a stretto giro due ore dopo. Il risultato? Ben 415.ooo dollari in più sul conto in banca dello spagnolo nei prossimi due mesi. 

L’interesse degli Hawks – Nelle ultime ore è arrivata la notizia dell’accordo raggiunto con gli Hawks, pronti a offrirgli il ruolo di vice Dennis Schroder e quasi certamente almeno un turno di playoff. Atlanta deve attendere le 48 ore dall’ultimo taglio prima di poter ufficializzare l’acquisizione del playmaker, corrispondendogli quindi quei 400.000 euro che lo spagnolo riceverebbe in ogni caso. Una win-win situation per lui, pronto a dare una mano agli Hawks nei prossimi due mesi, provando a garantire minuti di qualità. In quel caso i soldi sarebbero meritati per davvero.

Video

Tutti i siti Sky