Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, la rissa tra Steph Curry e Russell Westbrook

NBA

Tensione alle stelle nella sfida tra OKC Thunder e Golden State Warriors, vinta dagli ospiti 95-111. Basta una palla a due per scatenare il parapiglia tra Steph Curry, Russell Westbrook e Draymond Green

Che non fosse una partita come tutte le altre nonostante l’assenza di Kevin Durant ancora alle prese con un infortunio, lo si poteva facilmente intuire. Warriors e Thunder hanno incrociato molto probabilmente le loro strade per l’ultima volta in stagione (salvo eventuale scontro in finale di Conference, vista la classifica) e ci hanno tenuto a darsi un caloroso saluto. Il match in effetti non è mai stato in equilibrio, con Golden State a fare la voce grossa sin dalla palla a due e a portare a casa il 4-0 nella serie stagionale. Niente baci e abbracci, però. Anzi. Mentre le due squadre si preparavano a saltare per una palla a due sul finire del primo tempo, Semaj Christon stuzzica Steph Curry che risponde per le rime spintonandolo. Da lì in poi, è il parapiglia generale. Westbrook e Green non si lasciano sfuggire l’occasione e iniziano a placcare e allontanare compagni. Alla fine, quattro falli tecnici comminati dagli arbitri, due per parte. A chiudere il discorso però, ci pensa proprio Steph, a modo suo. Cinque secondi sul cronometro infatti bastano e avanzano per scappare in contropiede, ricevere a nove metri dal canestro, realizzare la tripla sulla sirena e correre negli spogliatoi.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport