25 settembre 2017

NBA: il futuro di Dwyane Wade, tra Cavs, Heat o OKC

print-icon
Wad

Dopo il suo addio a Chicago, sono tutte affascinanti le teorie che riguardano il futuro di Dwyane Wade, dal ritorno nella sua Miami alla reunion con LeBron James, passando per un possibile arrivo ai Thunder alla corte dei nuovi Big Three

Risolta la telenovela Kyrie Irving/Isaiah Thomas e anche il lungo tira e molla tra Carmelo Anthony e New York Knicks (che alla fine lo ha portato in Oklahoma), l'ultimo grande nome che mantiene viva l’attenzione su di sé in questa off-season piena zeppa di cambiamenti è quello di Dwyane Wade. L’ex campione NBA con la maglia dei Miami Heat, reduce dalla sua prima stagione a Chicago, ha risolto il suo contratto con i Bulls, lasciando così la sua città natale, e la franchigia che così tanto lo aveva richiesto e voluto, dopo solo un’annata per completare altrove la sua carriera. A spingere il n°3 lontano dallo United Center è stata la politica di ricostruzione adottata dalla franchigia dell’Illinois, che rinunciando in estate a Jimmy Butler (ceduto a Minnesota in cambio di due talenti giovani come Zach LaVine e Kris Dunn), ha di fatto dato a Wade il segnale che per un veterano di lungo corso come lui a Chi-town non c’era più posto (o quanto meno, senso). Ma a questo punto la domanda che tutti si pongono è: dove potrebbe andare in scena la quindicesima stagione NBA dell’uomo soprannominato “Flash” (da Shaquille O’Neal ai tempi dei Miami Heat)? Le ipotesi non mancano, e sono tutte tanto intriganti quanto ragionevoli.

Cavaliers favoriti, ma occhio all'opzione Thunder

Si parte da Cleveland, dove a volerlo ovviamente sarebbe il suo ex compagno di trionfi agli Heat LeBron James (due titoli NBA e altre due finali perse, in coppia, tra il 2011 e il 2014). Più fonti vicine alla stella dei Cavs — l’agente Rich Paul, il suo principale business partner Maverick Carter, ma anche la moglie stessa di LeBron, Savannah — si sarebbero tutte espresse in maniera più che possibilistica sulla reunion in Ohio della coppia James-Wade, ora che il 23 di Cleveland — nel suo ultimo anno sotto contratto prima di diventare free agent in estate — è determinato a costruire la miglior squadra possibile per sfidare i Celtics a Est ed eventualmente il dominio NBA dei Golden State Warriors. A disposizione dei vice campioni NBA ci sarebbe però soltanto l'opportunità di offrire un contratto al minimo salariale; davvero troppo poco per un giocatore che sente di poter ancora fare le fortune di più di una squadra in giro per la Lega. 

Da Miami, però, una firma dell’Herald come Barry Jackson, avverte che sulle piste del n°3 di Chicago non ci sono solo Cleveland, bensì anche gli Heat. Il fascino di un ritorno a South Beach — per l’uomo che più di chiunque altro ha incarnato il concetto di Heat-lifer — non è difficile da spiegare e se ce ne fosse bisogno a benedire un eventuale comeback ci ha pensato subito il veteranissimo Udonis Haslem, definendo Wade “un grande competitore e un grande compagno di squadra oltre che un vero e  proprio fratello”. Più delle parole di Haslem, però, a dar credito alla pista Miami c’è il fatto che lo stesso Wade per il nuovo anno scolastico ha iscritto i propri figli non a Chicago bensì in South Florida. Inoltre al momento gli Heat sono la squadra che può garantirgli il contratto più sostanzioso, mettendo sul piatto ben 4.2 milioni, a differenza dei 2.5 dei Cavs e dei 3.3 potenzialmente disponibli in mano agli Spurs. La pista texana infatti resta un'altra opzione da poter percorrere, con il fascino da sempre esercitato dal sistema e dalla cultura sportiva presente a San Antonio.

L'opzione più intrigante all'orizzonte però resta certamente quella degli Oklahoma City Thunder, che possono rappresentare un'alternativa valida nonostante siano quelli in grado di offrire il contratto a cifre più basse rispetto a tutte le altre; i 2.3 milioni di dollari sono di certo un deterrente, anche se il forte legame con Carmelo Anthony può essere la motivazione in più oltre al prendere parte a un'avventura che promette di essere molto entusiasmante. Si allontana invece l'ipotesi di un ricongiungimento con LeBron James non in Ohio, ma ai Lakers il prossimo anno. Un'opzione che al momento sembra davvero essere Fantabasket: dopo aver raggiunto l'accordo di buyout con i Chicago Bulls infatti, l'interesse per D-Wade è riuscire a garantirsi il futuro migliore. Già da questa stagione.

E se dopo l'addio ci fosse il ritorno a Miami?

I PIU' VISTI DI OGGI