Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Mikhail Prokhorov lascia: venduto il 49% dei Brooklyn Nets a Joseph Tsai

NBA

Il magnate russo ha trovato un accordo col co-fondatore del colosso dell'e-commerce Alibaba per l'acquisto del 49% della franchigia, con l'opzione di diventarne il proprietario unico nel giro di qualche anno. La valutazione di 2.3 miliardi di dollari è la più alta della storia NBA

La NBA è un gioco sempre più globale, ma da oggi lo è ancora un po’ di più: una notizia bomba di ESPN ha annunciato che il proprietario russo Mikhail Prokhorov ha venduto il 49% dei Brooklyn Nets a Joseph Tsai, vice presidente esecutivo e co-fondatore del gigante dell’e-commerce Alibaba insieme a Jack Ma. Per il momento si tratta di una quota di minoranza e la dirigenza russa guidata da Prokhorov manterrà il controllo esecutivo delle operazioni cestistiche e finanziarie per altri quattro anni, ma all’interno dell’accordo è previsto che Tsai possa acquisire la maggioranza della franchigia e diventarne di fatto il proprietario unico. La valutazione della franchigia è stata stimata a 2,3 miliardi di dollari – escludendo però il controllo del Barclays Center, che rimarrà proprietà di Prokhorov e per il quale si troverà un accordo di affitto –, scommettendo quindi fortemente sul futuro dei Nets a Brooklyn dopo che negli ultimi anni la franchigia ha perso moltissimi soldi, anche a causa delle scelte sconsiderate di Prokhorov sul mercato e gli scarsi risultati in campo. Tsai quindi pagherà 1,127 miliardi per inserirsi nel business della NBA di cui è da sempre un grande fan: nato a Taiwan ma cresciuto in Canada oltre ad aver studiato a Lawrenceville School nel New Jersey e a Yale, il magnate asiatico 53enne ha costruito la sua fortuna (stimata in 8,8 miliardi di dollari da Forbes) tra New York e Honk Kong, dove vive con la moglie e i tre figli. Secondo quanto riportato da ESPN, Tsai ha già espresso entusiasmo per la direzione della franchigia guidata da Sean Marks e da Kenny Atkinson, che in queste prime cinque partite è riuscita a raccogliere tre successi – tra cui l’ultimo ai danni dei Cleveland Cavaliers. Nonostante le sole 41 partite vinte negli ultimi due anni e i pochi guadagni dal mercato locale (solo 36 milioni nella scorsa stagione), Tsai è convinto di poter utilizzare le proprie conoscenze sul mercato asiatico per alzare il valore dei Nets e risollevare le sorti della squadra, caduta nei bassifondi della Eastern Conference dopo che nel 2010 Prokhorov aveva promesso il titolo nel giro di cinque anni – fallendo miseramente tanto in campo quanto fuori, visti i 144 milioni di “rosso” raccolti nel 2013-14 per l’astronomico monte salari. Questo non gli ha impedito però di stimare la franchigia a una cifra record per la NBA, di poco superiore ai 2.2 miliardi con cui Tilman Fertitta ha preso il possesso degli Houston Rockets a inizio settembre: la notizia che Prokhorov fosse alla ricerca di una “exit strategy” dall’investimento sui Nets era noto da tempo; ora finalmente sappiamo chi sarà il prossimo proprietario di Brooklyn.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche