Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Daryl Morey, GM dei Rockets: "Battere Golden State per noi è un'ossessione"

NBA

Il general manager dei Rockets ammette di avere nel mirino i campioni in carica: “Le nostre firme estive, così come tutto ciò che facciamo durante l’anno, è pensato per arrivare a batterli”

A giugno le parole di Daryl Morey, il general manager degli Houston Rockets, avevano fatto parecchio rumore: “I Golden State Warriors non sono imbattibili. Ci sono state sorprese più grandi nella storia dello sport. Come fare per batterli? Noi ci proveremo continuando a migliorare il nostro roster”. Per far capire a tutti che non scherzava, alla fine del mese rubava Chris Paul ai Clippers per costruire una coppia dei sogni con James Harden, che sempre Morey si affrettava a definire “uno dei primi tre giocatori nella lega, di sicuro”. Oggi, dopo due mesi di stagione regolare, il geniaccio a capo degli Houston Rockets – oggi la miglior squadra della lega, con una mezza gara di vantaggio sugli Warriors – ritorna su quella che evidentemente sta diventando la sua ossessione personale, sempre Golden State: “Trovare un modo per batterli è l’unica cosa a cui pensiamo”, ha dichiarato a ESPN Radio. Morey non si nasconde – “immagino che questo sia ciò che la gente si aspetti che io dica” – e ammette l’ossessione coltivata verso la squadra della Baia. “Ce lo domandiamo in continuazione: ‘Come possiamo fare per batterli?’. Anche se poi l’anno scorso a eliminarci sono stati i San Antonio Spurs e anche di loro siamo preoccupatissimi, perché sono un’organizzazione che è sempre un passo avanti rispetto a tutti – e con noi si accoppiano molto bene tatticamente. Ma abbiamo fatto una proiezione matematica [non una gran sorpresa, conoscendo Morey, ndr] ed è risultato che se vogliamo arrivare a vincere il titolo al 90% dovremo farlo sconfiggendo i Golden State Warriors. Siamo concentratissimi su questa sfida, molte delle nostre firme estive, così come tutto ciò che facciamo durante l’anno, è pensato per arrivare a questo risultato”. Un Morey bellicoso, diverso da quello che in passato aveva cercato di mascherare la frustrazione dettata dall'inferiorità della sua squadra con la forza dell’ironia: “Come risposta al dominio di Golden State ho sentito che la NBA sta considerando l’idea di assegnare dei banner alle squadre che non subiscono un cappotto dagli Warriors”. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.