Please select your default edition
Your default site has been set

NBA Finals, coach Andre Iguodala spiega, l’allievo Jordan Bell esegue

NBA

Siparietto curioso in gara-2: Jordan Bell commette un fallo “da rookie” su LeBron James e Andre Iguodala in panchina lo redarguisce immediatamente, spiegando dove ha sbagliato. Sul possesso successivo, l’ala degli Warriors recupera il pallone e il veterano se la ride soddisfatto in panchina

Se un giorno Andre Iguodala diventerà un grande allenatore, state pur certi che avrà grande successo con i giovani — o quantomeno questo è ciò che fa presagire con i suoi consigli a bordo campo già adesso. Ancora fermo per il problema al ginocchio che lo sta tenendo fuori da gara-3 della serie contro gli Houston Rockets, il due volte campione NBA con i Golden State Warriors sta continuando a dispensare saggezza anche in borghese dalla seconda fila della panchina dei campioni in carica. L’ultimo a riceverne i preziosi consigli è stato il giovane Jordan Bell: sul finire del terzo quarto il rookie ha provato a essere un po’ troppo fisico nei confronti di LeBron James, allacciandosi con lui e ricevendo l’immediato fischio degli arbitri nonostante avesse qualche argomento per sostenere che fosse stato il Re a spingerlo a terra. Una volta rientrato in panchina, Iguodala si è avvicinato al rookie spiegandogli come marcare correttamente James senza commettere fallo e soprattutto senza farlo prima che la palla venisse rimessa in campo, visto che i Cavs in quel modo hanno potuto usufruire anche di un libero a favore (poi realizzato da Kyle Korver). Una volta tornati in campo per la successiva rimessa, Bell ha sfruttato a dovere i consigli di Iguodala forzando una palla persa a Jeff Green, dando ai suoi un possesso a fine terzo quarto e togliendone uno agli avversari: il tutto per la soddisfazione di “coach” Iguodala in panchina, immortalato dalle telecamere mentre se la rideva di gusto per la riuscita del suo piano e del suo insegnamento. Considerando che già in regular season coach Steve Kerr gli aveva ceduto la lavagnetta facendogli gestire i timeout, c’è da scommettere che questo sia solo il primo episodio di una lunga carriera piena di successi anche da capo allenatore per l’MVP delle Finals 2015.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche