06 novembre 2018

NBA: i Clippers battono Minnesota, Gallinari protagonista con 22 punti

print-icon

Seconda vittoria in fila per i losangelini che superano i T'wolves, guidati dai 22 punti a testa del duo Gallinari-Harris, con l'azzurro che segna un paio di canestri decisivi nel finale. Terza sconfitta consecutiva per Minnesota, la sesta in altrettante gare lontano dal Target Center

TUTTI GLI HIGHLIGHTS DELLA NOTTE

ESPLODE JAMAL MURRAY: 48 PUNTI, BOSTON KO

RISULTATI DELLA NOTTE: HARDEN DECISIVO CON INDIANA, TORONTO NON SI FERMA

L.A. Clippers-Minnesota Timberwolves 120-109

A fine partita l’intervista a bordocampo è anche per lui, ancora una volta il miglior realizzatore in casa Clippers (e ancora una volta al pari di Tobias Harris). Danilo Gallinari è infatti uno dei protagonisti principali del successo casalingo dei losangelini, in controllo ma non troppo di una sfida che non sono mai riusciti a chiudere e che li ha fatti rimanere sulle spine fino alla sirena. A chiudere i conti ci ha pensato proprio il n°8 azzurro, silente nella fase centrale della sfida dopo la solita partenza con le marce alte. I Clippers infatti si portano anche oltre la doppia cifra di vantaggio nel terzo quarto, ma le seconde linee per una volta non reggono l’urto dei titolari dei T’wolves (Thibodeau come suo solito spreme al massimo il quintetto, con il rientrante Jimmy Butler in campo 38 minuti) e costringono Doc Rivers a chiudere la gara con i migliori sul parquet. È il momento delle scelte e l’allenatore dei Clippers opta per il quintetto Williams-Beverley-Harris-Gallinari-Harrell. I “titolari” di una squadra fatta di continue rotazioni sono loro, nonostante in quintetto parta Boban Marjanovic (10 punti e nove rimbalzi in 18 minuti), mentre Marcin Gortat sta scivolando via via sempre più ai margini. Alla fine però, quando servono canestri pesanti, il pallone torna a transitare dalle mani di Gallinari, che in pick&pop trova una tripla fondamentale per rimettere più di due possessi di distanza a 180 secondi dal termine. I padroni di casa a quel punto si affidano a lui, che va fino in fondo in penetrazione in un paio d’occasioni portando a casa falli preziosi e che si dimostra abile ad approfittare della distrazione difensiva di Butler per tagliargli alle spalle e realizzare la schiacciata che a un minuto dalla sirena chiude i conti. Per Gallinari è la sesta partita oltre quota 20 punti nelle ultime nove giocate, uno dei momenti migliori della sua carriera NBA coinciso con una forma fisica che gli permette di rendere con continuità. A fine partita il commento tecnico della tv locale di Los Angeles sottolinea: “Il cambiamento più importante rispetto alla passata stagione in casa Clippers? Avere la fortuna di disporre di un Gallinari in salute. Se sta bene, fa tutta la differenza del mondo”.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi