Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, L.A. Clippers-Philadelphia 113-119: ai Clippers non riesce la rimonta, vince Phila nonostante i 21 di Gallinari

NBA

I Clippers rimontano 11 punti di svantaggio nell'ultimo quarto, ma si fermano davanti a un Joel Embiid da 28 punti e 19 rimbalzi al rientro dopo la gara saltata a Portland. Per i padroni di casa ci sono quattro giocatori sopra quota 20 tra cui un Danilo Gallinari da 21 punti e 7 rimbalzi

LEONARD MASSIMO IN CARRIERA DA 45, PORTLAND VINCE ALL'OT GRAZIE A NURKIC

TUTTI GLI HIGHLIGHTS DELLA NOTTE

Già solamente dal primo quarto si è potuto notare quanto faccia la differenza un giocatore come Joel Embiid. Reduci dalla brutta sconfitta sul campo dei Blazers senza il loro centro titolare, i Philadelphia 76ers hanno cominciato fortissimo sul campo dei Clippers segnando 41 punti nel solo primo quarto, esattamente quanto totalizzato a Portland ma nell’intero primo tempo. Da lì in poi gli ospiti hanno controllato la gara toccando anche il +24 nel secondo quarto in una partita che sembrava ormai finita, complice una prestazione sottotono di quasi tutti i membri dei Clippers. Le cose però sono cominciate a cambiare nell’ultimo quarto, quando il livello di intensità si è alzato con due episodi che hanno girato la gara: prima un doppio tecnico per Embiid e Patrick Beverley, rimasti impigliati l’uno con l’altro; poi la doppia espulsione di Jimmy Butler e Avery Bradley, che si sono allacciati in una lotta a rimbalzo e ne sono usciti a suon di spintoni, guadagnando entrambi gli spogliatoi anticipatamente. Quell’episodio, arrivato con i Sixers avanti di 15 lunghezze, ha dato vita a un parziale di 10-0 dei Clippers che ha riaperto del tutto la partita, forti dei “soliti” 42 punti in uscita dalla panchina della coppia Lou Williams-Montrezl Harrell (22 il primo e 20 il secondo) e degli altrettanti di Tobias Harris e Danilo Gallinari, entrambi a quota 21 per guidare il quintetto, con l’italiano che ha aggiunto anche 7 rimbalzi, 3 assist e un recupero alla sua gara da 7/15 al tiro con 5/6 ai liberi.

Embiid dominante, Simmons vicino alla tripla doppia

L’improbabile rimonta dei Clippers è però arrivata al massimo a -4, perché poi ci ha pensato di nuovo Joel Embiid a chiudere i giochi: il centro camerunense ha segnato 10 degli ultimi 16 punti dei suoi per spegnere le velleità dei padroni di casa, realizzando la sua 32^ doppia doppia in stagione con 28 punti e 19 rimbalzi. Insieme a lui ci sono i 18 dell’ex di serata J.J. Redick, i 16 di Jimmy Butler prima dell’espulsione e la tripla doppia sfiorata da Ben Simmons con 14 punti, 9 rimbalzi e 8 assist, oltre ai 30 punti del terzetto Muscala-McConnell-Bolden sempre molto utili per una squadra con problemi di profondità come i Sixers. Per coach Brett Brown si tratta solamente dell’ottava vittoria in trasferta contro undici sconfitte, mantenendosi a una partita e mezza di distanza dal terzo posto occupato dagli Indiana Pacers nella Eastern Conference e tenendone due di vantaggio sui Boston Celtics quinti: se vogliono risalire ancora in classifica, sarà fondamentale migliorare il rendimento lontano dal Wells Fargo Center, dove invece hanno perso solo tre volte in tutta la stagione a fronte di 16 vittorie (solo Toronto ne ha di più).

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.