Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, mostruoso Antetokounmpo (43+18) ma vince Toronto con 30 punti a testa di Leonard e Siakam

NBA

Lo scontro ai vertici della Eastern Conference è una partita di grande intensità che vede uscire vincitori i canadesi, spietati nel rispondere al parziale dei Bucks in apertura di quarto quarto con un 15-2 che chiude l'incontro. Non basta ai padroni di casa una prestazione del loro n°34 che a Milwaukee non vedevano dai tempi di Kareem Abdul-Jabbar

"SPARATORIA" A OVEST: GLI WARRIOS BATTONO I KINGS, E' RECORD DI TRIPLE

QUARTA VITTORIA IN FILA PER SAN ANTONIO: KO ANCHE MEMPHIS

TUTTI GLI HIGHLIGHTS DELLA NOTTE

HARDEN "SOLO" 38 PUNTI: HOUSTON KO A PORTLAND. PHILA BATTE DALLAS

Milwaukee Bucks-Toronto Raptors 116-123

Mantiene tutte le promesse lo scontro al vertice della Eastern Conference, che sul campo di Milwaukee (prima in classifica) vede arrivare i Toronto Raptors (secondi). Partono meglio i padroni di casa, che hanno un Malcolm Brogdon ispiratissimo nel primo quarto – chiuso con percentuali immacolate (4/4 dal campo con 1/1 da tre e 2/2 ai liberi per 11 punti) – e vanno al primo mini-riposo sopra di 7, 34-27. Nel secondo quarto i riflettori vanno a puntar le due superstar assolute dello scontro, i due potenziali MVP: Kawhi Leonard da una parte e Giannis Antetokounmpo dall’altra. Il greco confeziona 13 dei suoi 18 punti del primo tempo nel secondo quarto, ma all’intervallo anche Leonard è già a quota 17 e i canadesi si sono rifatti sotto, a un solo punto di distanza. Gli ospiti sembrano tirare la spallata decisiva alla gara nel terzo periodo, vinto 35-25: il loro vantaggio sale anche fino al +13 ed è di 11 punti quando iniziano gli ultimi dodici minuti della gara, che vedono i Bucks piazzare subito un break di 14-4 marchiato a fuoco da Antetokounmpo (layup più tripla, una delle tre a segno nella sua serata) che riapre completamente la gara portando addirittura i padroni di casa avanti di uno. Per poco però, perché al break di Milwaukee risponde puntuale la squadra allenata da coach Nurse con un controbreak di 15-2 chiuso da una tripla di Pascal Siakam, l’altro grandissimo protagonista della serata, che conclude a quota 30 punti con 11/15 al tiro e anche 3/5 dalla lunga distanza mandando così a referto il suo nuovo massimo in carriera. Toronto sale fino al 110-98 e da lì in poi riesce ad amministrare la partita, portando a casa un’importantissima vittoria che li avvicina ancora ulteriormente alla vetta della Eastern Conference, ancora di proprietà dei Bucks (27 vinte, 11 perse, il 71.1% di percentuale di vittorie) ma con i Raptors distaccati di un nulla (29 vinte, 12 perse, 70.9%). Insieme a Siakam l’eroe della vittoria dei canadesi è ovviamente un Kawhi Leonard da 30 punti, 6 assist, 6 rimbalzi e 5 recuperi, capace di andare 15 volte in lunetta (12 liberi realizzati). Con tutto il quintetto in doppia cifra – spiccano i 21 punti di Fred VanVleet, ancora titolare per l’assenza di Kyle Lowry, giunto alla sesta gara consecutiva osservata da fuori – la panchina dei Raptors si limita a contribuire con 5 punti, contro i 25 di quella dei Bucks che ha 11 punti a testa da George Hill e Sterling Brown. A tenere banco a Milwaukee però è l’ennesima prestazione-monstre di Giannis Antetokounmpo, che divanta l’unico giocatore insieme a Kareem Abdul-Jabbar nella storia della franchigia a far registrare una gara da almeno 40 punti e 15 rimbalzi: “The Greek Freak” chiude infatti con 43 e 18 con un ottimo 16/25 dal campo e un incoraggiante 3/5 da oltre l’arco. Questa volta non è bastato, ma anche contro la massima competizione possibile a Est il n°34 dei Bucks ha una volta di più perorato la sua causa a MVP NBA. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.