Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, "sparatoria" a Ovest: gli Warriors vincono a Sacramento, è record di triple

NBA

Golden State vince in volata grazie ai 42 punti di Steph Curry - 20 arrivano nel quarto periodo - che segna dieci delle 41 triple totali realizzate nel match (21 dagli Warriors, 20 dai Kings): mai due squadre avevano combinato per così tanti canestri da lontano nella storia NBA

TUTTI GLI HIGHLIGHTS DELLA NOTTE

TUTTO FACILE PER GLI SPURS: BATTUTI ANCHE I GRIZZLIES

MOSTRUOSO ANTETOKOUNMPO, MA VINCE TORONTO

HARDEN "SOLO" 38 PUNTI: HOUSTON KO A PORTLAND. PHILA BATTE DALLAS

Sacramento Kings-Golden State Warriors 123-127

In questa regular season, nelle gare tra Sacramento e Golden State, lo spettacolo è sempre stato assicurato. Merito dei Kings, una squadra profondamente rivoluzionata rispetto a quella delle passate stagioni: giovane, atletica e con tanta voglia di correre. Una di quelle che affrontano a viso aperto anche i campioni NBA, sfidandoli senza paura con le loro armi. La pioggia di triple che è venuta fuori dal terzo incrocio stagionale tra le due è figlia proprio di questo atteggiamento: ben 41 canestri totali dall’arco – massimo nella storia della Lega - 21 per gli Warriors e 20 per i Kings (nuovo record di franchigia). Alla fine ci ha messo il suo zampino anche Steph Curry, il protagonista del successo in volata di Golden State. Il n°30 degli Warriors ha chiuso con 42 punti, 20 dei quali realizzati nel solo quarto periodo: la 24^ volta in carriera che Curry trova così tanti punti in una sola frazione, la seconda che riesce a realizzarli nell’ultimo periodo di gioco. Alla sirena sono dieci triple su 20 tentativi: la sua 11^ gara in NBA con un bottino così ricco (nessuno nella storia ha concluso più di quattro partite con almeno 10 bersagli da lontano). Canestri che lo portano a quota 2.277 triple in carriera, superando Kyle Korver al quarto posto nella classifica all-time e a -5 da Jason Terry, con il podio ormai a un passo. Ci pensa lui a dare la spinta finale ai campioni in carica, che dopo il parziale da 10-2 subito sul finire di terzo quarto avevano sfiorato anche la doppia cifra di svantaggio a 12 minuti dal termine. Poi Steve Kerr ha deciso di andare sul sicuro, chiedendo alla sua squadra di sfruttare una delle armi improprie di cui dispongono offensivamente gli Warriors: pick&roll centrale tra Curry e Durant. Risultato: due triple a testa e poi un lungo assolo del figlio di Dell, in grado di mettere a sedere Justin Jackson – franato a terra dopo l’ennesimo cambio di direzione sui blocchi lontano dal pallone. Curry in fondo ha fatto girare la testa a tutti, figurarsi al suo avversario diretto.

L’ottima prestazione dei Sacramento Kings

Justin Jackson in realtà si è fatto notare anche per altro (per sua fortuna), chiudendo la sfida con 28 punti a referto (massimo in carriera), 10/14 al tiro e cinque triple. Non il miglior realizzatore di squadra, visto che Buddy Hield ha deciso nel testa a testa con gli Warriors di onorare il paragone che il proprietario dei Kings fece lo scorso anno, scatenando l’ilarità generale: “Buddy Hield è il nostro Steph Curry”, sottolineò al tempo Vivek Ranadive e la guardia 26enne (adesso ne siamo certi, dopo qualche settimana di incertezza) a prescindere dall’età ha dimostrato di poter reggere il confronto. Alla sirena finale sono 32 punti, cinque rimbalzi e soprattutto otto triple (su 13 tentativi); il suo nuovo massimo in carriera. Non abbastanza contro un avversario che doveva scrollarsi di dosso la dolorosa sconfitta incassata contro Houston 48 ore prima (da +20 alla tripla in faccia a un secondo dalla sirena dall’overtime). Una vittoria che conferma quanto sottolineato da coach Kerr prima della palla a due: questa squadra ancora non ha raggiunto il massimo del suo potenziale. Pensare di dirlo in maniera convinta dopo aver visto i 42 punti di Curry, i 29 di Durant, i 12-7-7 di Green e i 20 di Thompson fa un certo effetto. Per gli altri, soprattutto.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.