Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, i Lakers e gli infortuni: si ferma anche Lonzo Ball e si aspetta LeBron James

NBA

Il problema alla caviglia del n° 2 dei Lakers è più grave del previsto: una distorsione che lo terrà fuori dalle quattro alle sei settimane, arrivata fortunatamente nel momento in cui sia James che Rondo stanno ultimando il loro recupero

I LAKERS PERDONO LONZO (E LA PARTITA) A HOUSTON

Le porte girevoli dell’infermeria in casa Lakers continuano nel loro moto vorticoso a essere messe in azione e ad accogliere nuovi pazienti. L’ultimo in ordine di tempo ad aver superato quella soglia è Lonzo Ball, uscito malconcio (e accompagnato fuori dal parquet a spalla) dalla sfida contro Houston, dopo che a inizio ripresa aveva subito una brutta storta al piede sinistro a seguito di uno scontro sul parquet con James Ennis III. Movimento innaturale, nello stesso punto in cui aveva avuto dei problemi già a novembre. Un infortunio che si è acutizzato con il passare delle ore, visto che prime indiscrezioni avevano parlato di una situazione meno grave del previsto, salvo poi verificare la parziale rottura del legamento dopo gli esami effettuati a Los Angeles (a Houston Ball era stato trasportato in ospedale perché il macchinario presente al Toyota Center non funzionava). Una bella gatta da pelare per i Lakers, che già devono fare i conti con le lunghe assenze di LeBron James e Rajon Rondo, entrambi ko dalla sfida di Natale contro gli Warriors. Per questo si è tornato a parlare di loro alla vigilia del secondo episodio stagionale contro i campioni NBA in carica, entrambi ritornati in allenamento a giocare in quelle sessioni che vengono definite “full-contact” (ossia, senza alcun tipo di limitazioni post-riabilitazione), anche se non è stata resa nota una tabella o una data precisa per il loro rientro. Lonzo è dunque costretto a fermarsi in un momento positivo della sua stagione, leader del gruppo nelle ultime complicate settimane. Al suo posto coach Walton cercherà un modo di rivoluzionare per l’ennesima volta in questa stagione il quintetto (magari con la speranza di poter schierare a breve Rondo), oltre a richiamare Alex Caruso dalla squadra di G-League. Con un roster ridotto ai minimi termini, chiunque può tornare utile nelle prossime gare.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.