Please select your default edition
Your default site has been set

NBA: Luka Doncic fa meglio di LeBron, ma a vincere a Dallas sono i Raptors

NBA

Prestazione da record del rookie sloveno dei Mavericks, che segna 35 punti – nuovo massimo in carriera – e chiude con la seconda tripla doppia un mese prima di compiere 20 anni: mai nessuno c’era riuscito. Non basta però a Dallas per evitare la sconfitta contro Toronto, guidata dai 33 punti di Leonard

GEORGE DECISIVO CONTRO I BUCKS, HARDEN NE FA 40 E NON SI FERMA

TUTTI GLI HIGHLIGHTS DELLA NOTTE

I CLIPPERS SENZA GALLINARI BATTONO I KINGS

ALDRIDGE TRASCINA AL SUCCESSO GLI SPURS CONTRO GLI WIZARDS

Dallas Mavericks-Toronto Raptors 120-123

I campioni come Luka Doncic riescono  a volte a far passare il risultato in secondo piano, a ribaltare il senso di un titolo e di un racconto perché vanno oltre quello che la loro squadra riesce a produrre e raccogliere. Dallas perde in casa contro Toronto, rimontata e superata in volata da un Kawhi Leonard da 33 punti, leader di un quintetto che chiude tutto in doppia cifra, ma a far parlare di sé è soprattutto il rookie sloveno, autore di 35 punti, 12 rimbalzi e dieci assist. Seconda tripla doppia in carriera, massimo per punti segnati aggiornato e una marea di record spazzati via in un solo colpo. Doncic infatti è il giocatore più giovane della storia NBA ad aver messo a referto cifre del genere, superando LeBron James che fece registrare la sua prima tripla doppia con almeno 30 punti a 20 anni e 100 giorni. Lo sloveno, che compirà 20 anni il prossimo 28 febbraio, non solo diventa il più veloce a esserci riuscito, ma anche uno dei quattro ad aver fatto registrare una tripla doppia da 35 punti nel suo anno da rookie. Gli altri tre sono Steph Curry, Jason Kidd e Michael Jordan. Sì, un parterre d’eccezione per un talento che risponde così all’esclusione dal quintetto titolare dell’All-Star Game (dove il voto popolare lo aveva posto a gran voce, secondo più votato alle spalle del solo LeBron). I canestri di Doncic infatti non solo sono tanti – viaggia in stagione con 20 punti, oltre cinque assist e quasi sette assist di media – ma pesano come macigni: il n°77 realizza 13 punti nel solo quarto periodo, tenendo a galla e in corsa i Mavs, ritornati prepotentemente in partita grazie al 30-15 di parziale raccolto nel terzo quarto. “Per me quello che conta è vincere – racconta Doncic a fine partita – la tripla doppia è speciale, una bella soddisfazione che resta vuota se non riesco a far vincere i miei compagni”. Arriveranno anche quelle molto presto Luka, stanne certo.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.