Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, LaMarcus Aldridge guida gli Spurs al successo contro Washington

NBA

I texani chiudono con ben sette giocatori in doppia cifra e oltre quota 130 punti segnati, conquistando così la 19^ vittoria casalinga in fila contro Washington. Positivo Marco Belinelli, autore di 13 punti e tre triple in 25 minuti 

DONCIC FA MEGLIO DI LEBRON, MA A VINCERE SONO I RAPTORS

TUTTI GLI HIGHLIGHTS DELLA NOTTE

I CLIPPERS SENZA GALLINARI BATTONO I KINGS

GEORGE DECISIVO CONTRO I BUCKS, HARDEN NE FA 40 E NON SI FERMA

San Antonio Spurs-Washington Wizards 132-119

LaMarcus Aldridge continua a far finta di niente, a giocare sul dolore e agli Spurs bastano e avanzano i suoi canestri per avere la meglio contro Washington. Il problema al polso sinistro infatti condiziona, ma non limita l’ex giocatore dei Blazers che non fa rimpiangere l’assenza di DeMar DeRozan e trascina San Antonio con 30 punti, nove rimbalzi e sei assist. E pensare che la partita dei padroni di casa era iniziata nel peggiore dei modi, con una schiacciata non contestata degli Wizards che aveva costretto coach Popovich a chiamare timeout dopo soli 16 secondi. È fatto così, ma spesso funziona, come dimostrano i suoi ragazzi che toccano la doppia cifra di vantaggio già nel primo quarto, si fanno riacciuffare nel secondo, per poi scappare definitivamente via nel terzo. Per gli Spurs è la 19^ vittoria casalinga consecutiva contro Washington, battuta grazie ai sette giocatori in doppia cifra, ai 21 di Davis Bertans (nuovo massimo in stagione) e anche ai 13 del solito chirurgico Marco Belinelli, che porta sempre il suo mattoncino alla causa. Per il n°18 azzurro 25 minuti sul parquet, 4/7 dal campo, tre triple, cinque rimbalzi e tre assist, in una partita in cui ha spinto anche lui la macchina offensiva degli Spurs oltre i 130 punti segnati (la quinta volta che i texani ci riescono in questa regular season). A condannare Washington è il disastroso terzo quarto, chiuso con soli 17 punti segnati, tirando 7/24 dal campo e sprofondando ben oltre la doppia cifra di svantaggio. Alla sirena finale sono 21 punti a testa per Bradley Beal e Tomas Satoransky (al suo massimo in stagione), alla guida di un gruppo al quale sembra sempre mancare qualcosa – oltre a John Wall – per tornare definitivamente in corsa per i playoff. San Antonio invece alla post-season non ha alcuna intenzione di rinunciare, nonostante le assenze, il rinnovamento del roster e tutto il resto. Le avversarie sono avvisate.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche