NBA: gli Spurs tornano al successo dopo 4 sconfitte, 11 punti di Belinelli

NBA

Vittoria in volata per San Antonio, trascinata dai 22 punti di LaMarcus Aldridge in un finale molto combattuto contro Memphis. Con questo successo i texani si tengono stretti il 7° posto a Ovest, con una gara e mezza di vantaggio sui Sacramento Kings

CRISI LAKERS, SUPER LEBRON NON BASTA: PLAYOFF A RISCHIO

TUTTI GLI HIGHLIGHTS DELLA NOTTE

CELTICS BESTIA NERA DEI SIXERS, GOLDEN STATE NON SI FERMA

Memphis Grizzlies-San Antonio Spurs 107-108

Prima il tiro da tre punti e poi per chiudere i conti il gioco nei pressi del ferro di LaMarcus Aldridge. C’è tutto nel ritorno al successo degli Spurs, impegnati nel lungo giro di trasferte diventato ormai consuetudine a febbraio (il “Rodeo trip”, con la manifestazione di cowboy più o meno improvvisati che occupa per settimane l’AT&T Center di San Antonio e costringe i ragazzi di coach Popovich a sobbarcarsi il tour degli States) e abili nell’interrompere una striscia di quattro sconfitte in fila che stava iniziando a diventare preoccupante. Alla sirena finale sono 13 triple di squadra su 21 tentativi e 22 i punti raccolti da Aldridge, autore degli ultimi sette che chiudono in conti contro Memphis – sì, un avversario che non aveva grande interesse nell’andare a caccia di una vittoria. I nuovi arrivati in casa Grizzlies però ce la mettono davvero tutta, a partire da Avery Bradley che segna 16 punti nel solo primo quarto e chiude il match con il suo nuovo massimo in carriera da 33 punti. Ai suoi canestri si aggiungono quelli di Jonas Valanciunas; altro grande “scaricato” del mercato concluso la scorsa settimana e dominante nei 21 minuti trascorsi sul parquet. Per il lituano all’esordio in maglia Grizzlies sono 23 punti e dieci rimbalzi con 9/11 al tiro in uscita dalla panchina. Mike Conley invece resta a guardare i compagni (come prevedibile, dopo il tour de force fatto per arrivare a 55 partite giocate per garantirsi buona parte dei 34 milioni previsti dal suo contratto nei prossimi anni, ha iniziato a tirare il fiato) lottare fino alla fine, con Jaren Jackson Jr. che a gara praticamente finita ha avuto l’occasione per pareggiare i conti. Il primo dei due liberi però non ha trovato il fondo della retina e quando c’era da sbagliare di proposito è stato invece condannato da una sfortunata carambola. Rimessa Spurs sul +1 e partita persa. Sorride invece Belinelli, che segna 11 punti con 4/10 al tiro nei 28 minuti in uscita dalla panchina. Riparte così la rincorsa playoff degli Spurs; un treno che i texani non vogliono lasciarsi sfuggire.

I più letti