Please select your default edition
Your default site has been set

Mercato NBA, Eric Bledsoe rinnova coi Milwaukee Bucks: 70 milioni in 4 anni

NBA

La guardia dei Milwaukee Bucks ha festeggiato con 31 punti e 9 rimbalzi il suo rinnovo di contratto, legandosi alla franchigia del Wisconsin per i prossimi quattro anni a 70 milioni complessivi. "Stiamo trovando la chimica giusta, perché cambiare?"

LAKERS KO, MILWAUKEE FESTEGGIA CON BLEDSOE

PAU GASOL LASCIA SAN ANTONIO E FIRMA COI BUCKS

È un momento magico per Eric Bledsoe e i Milwaukee Bucks. Con diciotto vittorie nelle ultime venti partite, la squadra del Wisconsin è lanciatissima verso il miglior record della NBA, e il playmaker con il numero 6 è uno dei motivi più importanti per cui stanno riuscendo in questo traguardo storico. Un momento talmente positivo da convincere la dirigenza della squadra a mettere subito nero su bianco il rinnovo di Bledsoe: è notizia di ieri riportata da ESPN che le parti hanno raggiunto un accordo per estendere il contratto per altri quattro anni a 70 milioni di dollari complessivi. “Siamo eccitati che Eric continui a essere una parte fondamentale di questa squadra” ha detto il General Manager Jon Horst, che finalizzerà i dettagli insieme all’agente del giocatore Rich Paul di Klutch Sports. Un accordo che dà sicurezza ad entrambe le parti: Bledsoe si assicura un accordo per i prossimi quattro anni in una squadra che può finalmente chiamare casa, dopo aver girovagato da Los Angeles (alle spalle di Chris Paul ai Clippers) e Phoenix (lasciata in maniera rocambolesca). “In questo momento stiamo trovando la chimica” ha detto Bledsoe quando gli è stato chiesto perché ha deciso di firmare subito invece di aspettare l’estate. “Sono qui con un grande gruppo di ragazzi, che sono come dei fratelli per me. Mi hanno accolto a braccia aperte lo scorso anno e ora se ne vedono i frutti: quindi perché non farlo?”.

Perché i Bucks hanno rinnovato Bledsoe adesso

I Bucks, invece, si assicurano una parte fondamentale del loro quintetto base a un prezzo molto probabilmente inferiore a quello che Bledsoe avrebbe potuto trovare sul mercato. Tolti gli All-Star Kyrie Irving e Kemba Walker, la classe di free agent del 2019 non offriva grandi alternative nel ruolo specialmente tra i free agent senza restrizione, con le alternative che rispondono ai nomi di Ricky Rubio, Derrick Rose, Darren Collison, Isaiah Thomas e Patrick Beverley. Tutti giocatori inferiori a Bledsoe per rendimento in questa stagione, ma il playmaker 29enne – che quest’anno è stata la 15^ point guard più pagata della lega, e fuori dalla top-50 – ha preferito la sicurezza dei soldi immediati in una squadra che sta volando e nella quale si trova benissimo. Per la dirigenza dei Bucks si tratta di un discreto colpo anche perché fornisce potere in sede contrattuale con gli altri tre quinti del quintetto in scadenza, vale a dire Khris Middleton, Brook Lopez e Malcolm Brogdon (restricted free agent). Non sarà semplice convincerli a fare un sacrificio, ma di sicuro con questo rinnovo la dirigenza ha dato il segnale chiaro di voler puntare su questo gruppo di giocatori e sulla chimica che hanno sviluppato in questa stagione finora magica.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.