Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Oklahoma City-Indiana 107-99: 24-0 di parziale, Pacers ribaltati in 7 minuti

NBA

Il parziale più ampio di questa stagione NBA capovolge la sfida tra Thunder e Pacers, dando a OKC una vittoria scaccia-crisi. L’ex Paul George chiude con 31 punti e Steven Adams con 25, mentre Westbrook firma la 29^ tripla doppia stagionale. A Indiana non bastano i 28 di Bogdanovic

TUTTI I RISULTATI DELLA NOTTE

VIDEO. TUTTI GLI HIGHLIGHTS

Oklahoma City Thunder-Indiana Pacers 107-99

OKC e Indiana rimarranno legate a doppio filo per via dello scambio che ha portato Paul George ai Thunder nell’estate del 2017, e quando si incontrano sembrano sempre dare vita a delle partite molto particolari. Dopo la rimonta di due settimane fa sul campo dei Pacers, la storia dell’incontro di questa notte è il mega parziale da 24-0 con cui i padroni di casa hanno trasformato uno svantaggio di 9 lunghezze all’intervallo in uno di 7 alla fine del terzo quarto, tenendo gli avversari a secco per quasi sette minuti e 14 tiri consecutivi sbagliati. Nessuno nel corso di questa stagione aveva realizzato un parziale così ampio, utile a OKC per invertire un momento negativo che li aveva portati a perdere cinque delle precedenti sei gare. Merito dell’ex Paul George, leader con 31 punti di cui 7 arrivati proprio nel parziale decisivo, e dei 25 con 12 assist di Steven Adams, abile a sfruttare le attenzioni che la difesa dei Pacers ha dovuto riservare a PG13 e Russell Westbrook. Il numero 0 dei Thunder ha tirato ancora una volta male (6/15 dal campo) ma ha dato il suo contributo ovunque chiudendo con 17 punti, 11 rimbalzi e 12 assist per la 29^ tripla doppia stagionale, la 131^ della sua carriera. Con un Jerami Grant da 19 punti e fondamentale per ricacciare indietro ogni tentativo di Indiana, i Thunder non hanno neanche pagato i soli 10 punti realizzati da tutta la panchina contro i 30 di quella dei Pacers.

La rimonta subita da Indiana e i problemi con il lato debole

Le vittorie di Utah, Portland e LA Clippers dei giorni scorsi non permettono ai Thunder di recuperare terreno nella corsa a un piazzamento per i playoff, ma se non altro mantengono una gara di vantaggio sull’ottavo posto occupato da San Antonio, che significa evitare Golden State al primo turno. Per Indiana, invece, l’obiettivo è mantenere il vantaggio nei confronti di Boston per avere il fattore campo nella serie coi biancoverdi, ma è in partite come queste che si sente l’assenza di uno come Victor Oladipo, l’unico vero realizzatore di alto livello presente nel roster. La coppia europea formata da Bojan Bogdanovic (28 punti) e l’ex Domantas Sabonis (18+10) non è riuscita a sopperire all’assenza della stella, pur dopo un primo tempo chiuso avanti di 9 lunghezze e un ultimo quarto in cui erano riusciti a tornare a contatto, prima di essere ricacciati indietro dai canestri di Grant. “Quando ci sono due come Westbrook e Paul, a volte finisci per lasciare libero il lungo” ha spiegato coach McMillan. “Loro sono bravi nei giochi a due e nel trovare giocatori nel pitturato: il nostro lato debole stanotte non è stato buono abbastanza”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.