Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, ancora 50 e tripla doppia per Harden: Houston terza a Ovest, Kings eliminati

NBA

L'MVP in carica mette a segno la sua quinta prestazione stagionale in tripla doppia con almeno 50 punti per trascinare Houston al secondo successo in fila dopo quello contro Denver e al terzo posto in solitaria a Ovest, data la contemporanea sconfitta dei Portland Trail Blazers

TUTTI I RISULTATI DELLA NOTTE

CLIPPERS DOMINANTI ANCHE SENZA GALLINARI

GALLINARI, INTERVISTA ESCLUSIVA. VIDEO

STAGIONE FINITA PER LEBRON JAMES

Houston Rockets-Sacramento Kings 119-108

Ci sono giocatori per i quali anche solo una tripla doppia farebbe notizia, figuriamoci farne una segnando anche cinquanta punti. Nel caso di James Harden, invece, il risultato sorprende ma solo fino a un certo punto. Per la quinta volta nella sua carriera, il “Barba” ha chiuso una partita con una tripla doppia ai cinquanta – 50 punti, 11 rimbalzi e 10 assist sul suo referto alla fine – risultato mai raggiunto da nessuno nella storia della NBA. Se le gare in cui Harden ha segnato almeno 30 punti non si contano più (il conto è salito a quota 53), sono invece 9 i cinquantelli stagionale del n°13 di Houston – a uno soltanto dai 10 messi a segno da Kobe Bryant nella stagione 2006-07 – il quarto quest’anno (e il settimo in carriera) fatto registrare restando in campo meno di 40 minuti (37 contro Sacramento). Si tratta anche della tripla doppia n°42 in carriera e anche se le percentuali dal campo non sono certo superlative (13/31 al tiro, 7/23 da oltre l’arco ma un quasi perfetto 17/18 in lunetta) con le sette triple messe a segno contro i Kings è diventato anche il settimo giocatore soltanto nella storia della lega a mandare a bersaglio 2.000 canestri da tre nell’arco della sua carriera, ancora lontana dal vedere la conclusione. “Mi chiedo sempre se può continuare a giocare così anche la prossima partita – ha commentato il suo allenatore Mike D’Antoni – e lui lo sta facendo sera dopo sera negli ultimi tre anni”. E i 50 punti con 11 rimbalzi e 10 assist di Harden sono serviti ai Rockets per avere ragione dei combattivi Kings, che nonostante l’eliminazione ormai matematica dai playoff si sono battuti fino all’ultimo. I californiani non hanno potuto fare nulla però per impedire dieci punti in fila di Harden nel momento chiave della gara, un parziale di 10-2 a tre minuti dalla fine che non ha lasciato loro alcuna possibilità di rispondere. Con 24 punti e 15 rimbalzi di Clint Capela, altri 22 di Chris Paul e 17 di Eric Gordon, i Rockets hanno vinto la quarta partita nelle ultime cinque - rendendo inutili i 24 di Bogdan Bogdanovic, i 21 di Buddy Hield e i 20+12 di Marvin Bagley - ma soprattutto hanno compiuto il sorpasso nei confronti dei Portland Trail Blazers (sconfitti a Detroit) per prendere il solitario possesso del terzo posto nella Western Conference, con cinque gare soltanto al termine della loro stagione regolare.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.