NBA, corsa ai playoff: tutti i criteri che assegnano le teste di serie

NBA

Se due squadre arrivano a fine stagione con record uguale, si guarda come prima cosa ai loro scontri diretti. Ma poi? E cosa succede quando le squadre appaiate sono più di due? Qui tutte le risposte

"DIRETTA BASKET": L'ULTIMA NOTTE NBA SU SKY

CORSA PLAYOFF A EST: VINCE SOLO ORLANDO

Quando finisce la regular season?

L’ultima giornata di stagione regolare si gioca nella notte tra mercoledì 10 e giovedì 11 aprile. Scenderanno in campo 22 delle 30 squadre, e per l’occasione Sky Sport NBA trasmetterà a partire dalle 2.00 di notte fino all’alba una maratona con collegamenti da ogni campo, in modo da seguire tutti gli sviluppi più importanti e seguire in presa diretta gli ultimi verdetti stagionali.

Quando iniziano i playoff?

I playoff prendono il via nel weekend immediatamente successivo, sabato 13 e domenica 14 aprile. Il calendario – degli orari – dev’essere ancora comunicato, ma anche in questo caso Sky Sport NBA sarà testimone al via della caccia all’anello 2019.

Chi si qualifica per i playoff?

Partecipano ai playoff le 8 squadre con il miglior record della Eastern Conference e le 8 migliori della Western Conference. Per ogni conference, alla squadra che ha il record migliore viene assegnata la testa di serie n°1, a quella con il record peggiore la n°8.

Come si assegnano le teste di serie in caso di record uguali?

Il processo che viene definito di tie-breaking (per stabilire quale squadra ottiene la testa di serie più alta a parità di record) segue diversi criteri a seconda che le squadre a pari merito siano due o più di due.

Cosa succede quando due squadre hanno lo stesso record?

Si seguono, in questo ordine, i seguenti criteri (si passa al successivo solo se il precedente non risolve l’equilibrio):

1)       Bilancio degli scontri diretti.

[Esempio: se Miami e Orlando dovessero arrivare a fine stagione con un record identico, avendo vinto tre delle quattro sfide stagionali contro gli Heat, i Magic avrebbero la testa di serie più alta]

2)      Se una delle due squadre ha vinto la propria division, è sua la testa di serie più alta.

3)      Se le due squadre sono della stessa division, chi ha la percentuale di vittorie maggiore contro le squadre della loro stessa division si aggiudica la testa di serie più alta.

4)      Chi ha la percentuale di vittorie maggiore contro le squadre della propria conference si aggiudica la testa di serie più alta.

5)      Chi ha la percentuale di vittorie più alta contro le squadre da playoff della propria conference ottiene la testa di serie più alta.

6)      Chi ha la percentuale di vittorie più alta contro le squadre da playoff della conference opposta ottiene la testa di serie più alta.

7)  Differenziale punti stagionale.

Cosa succede quando due o più squadre squadre hanno lo stesso record?

Si seguono, in questo ordine, i seguenti criteri (si passa al successivo solo se il precedente non risolve l’equilibrio):

1)       Se una delle squadre ha vinto la propria division, è sua la testa di serie più alta.

2)      Chi ha la percentuale di vittorie migliore negli scontri diretti tra tutte le squadre coinvolte ottiene la testa di serie più alta.

3)      Se le squadre sono tutte della stessa division, quella con la percentuale di vittorie più alta contro le squadre della division stessa ottiene la testa di serie più alta.

4)      La testa di serie più alta va alla squadra con la miglior percentuale di vittorie contro le squadre della propria conference.

5)      Chi ha la percentuale di vittorie più alta contro le squadre da playoff della propria conference ottiene la testa di serie più alta.

6)      Differenziale punti stagionale.

I più letti