Playoff NBA, Paul Pierce non ha dubbi: "Boston-Milwaukee è una serie già finita"

NBA

A lungo capitano dei Celtics e adesso noto commentatore televisivo, l'ex n°34 biancoverde non ha dubbi su quale sia l'esito della sfida che vede protagonista la sua Boston: "La differenza di talento è sotto gli occhi di tutti"

GIANNIS A CACCIA DI UNA RIVINCITA (E DI UNA SCHIACCIATA) IN GARA-2

JAYLEN BROWN E LA PROF CHE NON CREDEVA IN LUI

In molti immaginavano equilibrio, pronosticavano un testa a testa serrato e intenso che nella prima sfida non si è visto, ma nessuno crede che 48 minuti possano determinare l’esito definitivo di una serie playoff. Tutti tranne uno, almeno. Paul Pierce, che continua a colorare il suo cuore di bianco e verde anche adesso che la sua carriera è finita e si dedica al commento nel post-partita dei match NBA. Dal suo punto di vista, quattro quarti sono già sufficienti per rendere in maniera plastica la superiorità dei Celtics, dominanti al punto da fargli dire senza esitazione “It’s over”. È finita, una provocazione, dicono in molti. “É sembrato che Milwaukee fosse una squadra di gran lunga migliore nel corso della regular season - puntualizza - ma vedendoli oggi si è notato come se Giannis Antetokounmpo non faccia una partita mostruoso con qualcuno al suo seguito, Boston continua a batterli senza problemi in termini di talento. Se dovessi ritrovarti nei panni degli uomini che compongono lo staff tecnico di Milwaukee, cosa fai? Concentri le tue attenzioni su Irving? A quel punto Tatum può farsi avanti e mettersi in mostra, e lo stesso vale per i vari Marcus Morris e Terry Rozier. Boston ha semplicemente molte più armi e talento dei Milwaukee Bucks, per questo sono pericolosi”. Di questo però avevano il sentore già in molti, mentre appare ben diverso liquidare il tutto con un “É finita”, che suona più come una mancanza di rispetto nei confronti dei Bucks. Un modo per gettare benzina sul fuoco e accendere una vigilia che ha caricato non poco Antetokounmpo e compagni. In molti avranno preso appunti nello spogliatoio della miglior squadra della regular season: se le cose dovessero cambiare rotta e tendenza, il bersaglio da colpire è già stato individuato.

I più letti