Please select your default edition
Your default site has been set

Playoff NBA: Joel Embiid e Jimmy Butler trascinano Philadelphia, si va a gara-7

NBA

Il n°23 dei Sixers chiude con 25 punti alla guida di un quintetto tutto in doppia cifra, mentre in difesa a pesare è l'impatto del lungo camerunense (+40 di plus/minus): ai Raptors non bastano i 29 punti di Leonard, tra 48 ore la sfida decisiva a Toronto

HOOD FA LA DIFFERENZA: PORTLAND VA A GARA-7

DURANT SORRIDE: I TEMPI DI RECUPERO

VIDEO.TUTTI GLI HIGHLIGHTS

Philadelphia 76ers-Toronto Raptors 112-101

Jimmy Butler è arrivato a Philadelphia lo scorso novembre per questo, per piazzare le giocate decisive nel momento del bisogno, per trascinare i Sixers oltre la semifinale di Conference – ostacolo contro il quale la squadra della Pennsylvania era naufragata 12 mesi. L’ex T’wolves è il volto della riscossa in gara-6, autore di 25 punti, otto assist, sei rimbalzi e 9/18 al tiro (nonostante nessuno di questi arrivi con i piedi oltre l’arco). Bersagli pesanti, una gestione dei possessi fondamentale nei momenti cruciali del match, in una sfida condotta per 48 minuti anche grazie al suo avvio e a quello di un Tobias Harris da 16 punti – che si spegne con l’andare avanti del match – la chiave per mettere in partita il pubblico del Wells Fargo Center che continua a soffiare nelle vele spiegate dei Sixers che all'intervallo lungo sono oltre la doppia cifra di vantaggio. Il leader vero, emotivo e difensivo della squadra però resta sempre lo stesso: Joel Embiid, non al massimo della condizione, con le ginocchia in disordine e i problemi allo stomaco non del tutto risolti. Alla sirena finale sono 17 punti e 12 rimbalzi per lui (con le solite cinque palle perse), ma è in difesa che il lungo camerunense cambia completamente la resa dei Sixers. Contro di lui Toronto è costretta a girare al largo, in una partita in cui ai canadesi vanno dentro soltanto tre delle prime 17 triple tentate nel primo tempo. La doppia cifra di vantaggio è dietro l’angolo, gelosamente preservata anche nella ripresa: nei 36 minuti trascorsi sul parquet, Embiid raccoglie un mostruoso +40 di plus/minus – secondo dato più alto degli ultimi 20 per un giocatore di Philadelphia, playoff e regular season – rendendo ancora più plastico ed evidente il suo impatto sul parquet. Con il n°21 in campo, i Sixers hanno un differenziale di +80 punti nei confronti dei Raptors, che diventa -97 quando è costretto ad accomodarsi in panchina. In gara-7, anche su una gamba sola, Embiid dovrà esserci a ogni costo.

Un ottimo Simmons e il problema falli tecnici di Embiid

L’altra grande notizia nella serata (quasi) perfetta per Philadelphia è la prova convincente di Ben Simmons, finalmente coinvolto dopo un paio di partite in ombra e una serie che ne ha messo in evidenza più i limiti dei punti di forza. L’australiano segna 21 punti con 9/13 dal campo (più di quanto raccolto in gara-4 e gara-5 messe assieme), otto rimbalzi, sei assist e zero palle perse. Un match da incorniciare per i Sixers, se non fosse per il fallo tecnico fischiato (e contestato) a Embiid che lo porta ancora più vicino a una squalifica che scatterà alla prossima violazione. L’altra nota dolente è la totale mancanza di alternative nel roster ogni volta che il lungo camerunense va a sedersi. Una pessima notizia considerando le precarie condizioni fisiche di Embiid: senza di lui, Boban Marjanovic e Greg Monroe hanno dimostrato la loro inadeguatezza (il secondo neanche schierato dopo i disastri delle due sfide precedenti), senza alcun tipo di soluzione neanche abbassando il quintetto. Un bel problema quando si tratta di fronteggiare un Kawhi Leonard così in forma: l’ex Spurs si ferma a un passo dai 30 punti, chiudendo con 29, 12 rimbalzi e cinque assist l’ottava gara consecutiva oltre quota 20 – pareggiato il record di franchigia detenuto da Vince Carter. Il nono ventello paradossalmente adesso diventa il più importante. Senza quello i Raptors non hanno futuro in questi playoff.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.