Please select your default edition
Your default site has been set

Finals NBA: Drake e il messaggio sulla felpa per Durant, a rispondere è Macaulay Culkin

NBA

Niente maglia dei New York Knicks con la scritta KD, ma sempre una provocazione riferita al n°35 Warriors da parte del tifoso più famoso dei Raptors: una felpa con il riferimento a Kevin di "Mamma ho perso l'aereo", che ha subito commentato via social

IL RACCONTO COMPLETO DI GARA-2

COME DRAKE SI È PROCURATO LA MAGLIA DI CURRY

DRAKE E GREEN "FANNO PACE" A CENA

In gara-1 aveva già fatto notizia a modo suo, indossando la maglia di Dell Curry – papà di Steph – ai tempi in cui giocava ai Raptors. Un n°30 con la scritta Curry sulle spalle del tifoso più famoso di Toronto, una provocazione efficace riuscita soltanto grazie a un grande lavoro di ricerca raccontato nel post di gara-1. L’attesa e la curiosità a questo punto erano tutte focalizzate per vedere cosa si sarebbe inventato Drake in vista del secondo episodio della serie contro i bi-campioni in carica. Il suggerimento maligno che si era diffuso in rete faceva riferimento a una fantomatica maglia dei New York Knicks con la scritta “Durant 35”: un modo per mettere Golden State davanti all’evenienza che in estata KD decida di lasciare la franchigia e scegliere un’altra destinazione. L’obiettivo della provocazione è stato centrato, ma non la modalità: Durant infatti è stato il bersaglio di Drake in gara-2, con il tifoso più famoso dei Raptors arrivato all’arena a pochi secondi dalla palla a due indossando una felpa scura all’apparenza senza alcun tipo di riferimento agli avversari. In realtà sulla schiena l’immagine stampata non lasciava grossi dubbi: la foto di Macaulay Culkin, attore diventato famoso da bambino grazie al film “Mamma ho perso l’aereo”. In quella pellicola il nome del protagonista è Kevin McCallister e l'urlo che caratterizza la saga è quello della madre che, dopo aver scoperto di essersi dimenticata suo figlio da solo a casa durante le vacanze di Natale, urla disperata ‘KEVIN?!?!?!?’.  La frase riportata sulla schiena di Drake, un freccia scagliata verso KD e Golden State. Un riferimento non passato inosservato neanche al già citato Macaulay Culkin, che via Twitter ci ha tenuto a dire a Drake che aveva notato la sua felpa. Un altro capitolo, l’ennesimo di una serie che non sembra essere ancora giunta a conclusione.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.