NBA, Joseph Tsai (Alibaba) nuovo proprietario dei Brooklyn Nets per una cifra record

NBA

Ammonta a 2.35 miliardi di dollari (battendo il primato stabilito da Tilman Fertitta per acquistare gli Houston Rockets) l'investimento effettuato dal co-fondatore del gigante dell'e-commerce cinese per mettere le mani sui Nets. E spende altri 700 milioni per il Barclays Center

INCUBO LAKERS: COUSINS SI ROMPE IL CROCIATO

Era un passaggio di consegne programmato, ma inizialmente non avrebbe dovuto occorrere prima della stagione 2021-22. Invece, con due anni di anticipo, Joseph Tsai, co-fondatore del gigante dell’e-commerce cinese Alibaba, subentrerà nei prossimi giorni a Mikhail Prokhorov come proprietario dei Brooklyn Nets, di cui già deteneva il 49% delle quote (pagate un miliardo di dollari). Ora Tsai è pronto ad acquistare anche il restante 51% dalle mani dell’oligarca russo per una cifra che porta la valutazione complessiva dei Brooklyn Nets a 2.35 miliardi di dollari, la cifra più alta mai pagata in qualsiasi lega professionistica americana per mettere le mani su una franchigia. L’esborso infatti supera sia quello sostenuto da Tilman Fertitta per acquistare gli Houston Rockets nel 2017 che quello sostenuto da David Tepper per entrare in possesso dei Carolina Panthers della NFL (2.2 miliardi di dollari). Non solo: a completare le spese folli di Tsao anche un altro assegno da oltre 700 milioni di dollari per diventare proprietario del Barclays Center, l’area di casa dei Nets costruita nel 2012 nel cuore di Brooklyn. Investimenti importanti resi possibili dalla fortuna accumulata negli anni da Joseph Tsai, a cui la testata Forbes assegna un patrimonio di 9.9 miliardi di dollari, frutto principalmente dei ricavi derivanti dalla sua“Amazon cinese”, come viene spesso ribattezzata Alibaba. Con l’ingresso di Tsai a pieno titolo come nuovo proprietario dei Nets, termina il regno di Mikhail Prokhorov e con il suo anche quello di Bruce Yormark, dal 2005 CEO dei Brooklyn Nets e uno degli artefici del trasferimento della squadra dal New Jersey a uno dei borough più rappresentativi di New York City. Tsai — di nazionalità canadese ma nato a Taipei — è già membro di NBA China, l’organizzazione che si occupa dello sviluppo della lega nell’ex Impero Celeste dove — non a caso — proprio i suoi Brooklyn Nets quest’anno disputeranno due partite di preseason contro LeBron James e i Los Angeles Lakers.

I più letti