Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, rientro al top per Gallinari: 20 punti e la giocata decisiva in difesa contro Doncic

NBA

Isolato in difesa contro la superstar slovena dei Mavs, l'azzurro è riuscito a strappargli il pallone in un possesso chiave per la vittoria di OKC. Una giocata tutt'altro che casuale, figlia delle indicazioni dello scouting report e di una statistica molto interessante che vede Gallinari al primo posto nella lega

Aveva saltato le ultime quattro partite – contro Clippers, Grizzlies, Hornets e Raptors – ma la voglia di tornare in campo era tanta e, dopo aver testato la caviglia sinistra prima del via, Danilo Gallinari ha scelto la sfida contro Dallas (e il duello con Luka Doncic) per tornare in quintetto per i suoi Thunder. Un ritorno molto positivo tanto per l’azzurro che per la squadra, che contro i Mavs ha centrato la settima vittoria nelle ultime otto gare, arrivata anche grazie a una giocata difensiva del “Gallo” nei minuti finali del quarto quarto ancora più importante dei 20 punti messi a segno nel corso della gara. A 30 secondi dalla fine, con OKC sopra soltanto di un punto (102-101), Gallinari si ritrova a difendere uno-contro-uno proprio contro Doncic, che dopo un paio di esitazioni in palleggio, prova a trovare una via di penetrazione a sinistra ma si vede scippare li pallone dal n°8 dei Thunder, che innesca il recupero fondamentale dei suoi. “Ho provato soltanto a difendere seguendo le indicazioni dello scouting report”, ha dichiarato Gallinari nel post-partita. “Luka ama andare più a sinistra che a destra, per cui sapevo che avrebbe provato a portarsi il pallone sulla mano sinistra. È stata una buona giocata”. Se il terzo quarto dell’azzurro è stato esemplare nel dimostrare tutta l’importanza di Gallinari all’interno dell’attacco dei Thunder (13 dei 27 punti di squadra nella frazione hanno portato la sua firma, con 5/6 al tiro e 4 triple a segno), la giocata difensiva ritrovandosi in isolamento contro uno dei legittimi candidati MVP di questa stagione NBA è forse ancora più indicativa dei mille modi in cui l’ala di coach Donovan sa essere utile ai suoi. Giocata che è tutt’altro che figlia del caso, visto che tra tutti i giocatori NBA che vengono attaccati in isolamento con una certa costanza (in almeno 30 possessi dall’inizio della stagione), Gallinari è quello che costringe i suoi avversari all’efficienza offensiva più bassa in tutta la NBA. Nei suoi 50 possessi difensivi in isolamento, infatti, il n°8 di OKC ha concesso la miseria di 0.58 punti per possesso agli attaccanti che hanno osato sfidarlo (Bam Adebayo è secondo a quota 0.648) e di questa dote dell’azzurro se n’è accorto anche un fenomeno come Luka Doncic, fermato su uno dei possessi fondamentali della gara. Un'impresa riconosciuta al suono della sirena finale anche da Chris Paul: "Gallo è stato super alla prima partita, al rientro dopo le assenze: all'inizio ha fatto un po' fatica a segnare, proprio come è successo a me, ma siamo stati bravi a non mollare". E poi proprio CP3 si è concesso un siparietto davanti alle telecamere con Gallinari, "molesto" nel disturbarlo durante l'intervista post-partita: "Sono felice per questo ragazzo", le parole rivolte dalla point guard di OKC all'azzurro: "Hai fatto fatica all'inizio ma poi ti sei scatenato". E se ne sono ancorti anche i Dallas Mavericks. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche