Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Vince Carter nella storia: primo di sempre a giocare in 4 decadi

NBA

Il n°15 degli Hawks, sceso in campo nel successo contro Indiana, ha battuto l’ennesimo record di longevità: dopo l’esordio nel 1999, ha attraversato i primi due decenni del nuovo millennio e adesso si gode l’inizio degli anni ’20. Una cavalcata unica nel suo genere, per un atleta fuori dal comune

Lo scorso agosto aveva già fatto la storia, firmando il suo rinnovo di contratto con Atlanta che gli ha poi permesso di scendere in campo per la 22esima stagione della sua carriera, superando i membri del rinomato “club 21” (Dirk Nowitzki, Kevin Garnett, Kevin Willis e Robert Parish). Vince Carter però da oggi non è soltanto il giocatore ad aver messo in fila il maggior numero di regular season in cui giocare almeno un minuto in carriera, ma è diventato anche l’unico a scendere in campo in quattro decadi differenti. Dalla fine degli anni ’90 fino agli anni ’20 del 2000, passando per i primi due decenni del nuovo millennio: ennesima dimostrazione della sua invidiabile longevità e della sua voglia di giocare a pallacanestro. A 42 anni Carter continua a ritagliarsi il suo spazio nella lega, nonostante in NBA in questa stagione siano scesi in campo ben 36 giocatori che sono nati dopo il suo debutto – incluso ad esempio Luka Doncic. Sono passati davvero tanti anni da quel lontano 1999, con gli Spurs di un Tim Duncan al secondo anno in NBA pronti a prendersi il primo dei loro cinque titoli NBA. Un’era geologica fa, tutta attraversata vestendo diverse maglie NBA da Carter. Il n°15 degli Hawks è l’unico rimasto nella lega ad aver esordito negli anni ’90: un pezzo di storia del basket in giro sui parquet degli Stati Uniti per qualche altro mese.

NBA: SCELTI PER TE