Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Steph Curry fissa la data del suo rientro: in campo il 1 marzo?

NBA

La superstar dei Golden State Warriors sembrerebbe aver cerchiato in rosso sul suo calendario la sfida del 1 marzo contro Washington come quella del possibile rientro in campo. Ma se anche non sarà contro gli Wizards, appare certo che Curry sarà comunque in campo in questa stagione

Non è un “se”, ma un “quando”, dicono quelli ben informati dalla Baia. La notizia infatti arriva da Marcus Thompson, che su Steph Curry ha addirittura scritto un libro (“Golden: the miraculous rise of Stephen Curry”): la superstar dei Golden State Warriors avrebbe individuato la partita del 1 marzo contro gli Washington Wizards come quella del suo (ancora ipotetico) ritorno in campo. Non è tanto la previsione sulla singola partita a interessare, quanto il significato della notizia: nonostante la disastrosa stagione (per risultati) degli Warriors, Curry ha intenzione di tornare appena possibile in campo, visto che i progressi con la mano sinistra – quella fratturata, che lo tiene lontano dall’azione dal 30 ottobre scorso – lasciano indicare che possa presto iniziare ad allenarsi con la squadra per poter poi tornare a tutti gli effetti in rotazione. Certo, il ritorno di Curry potrebbe “danneggiare” Golden State in vista del prossimo Draft, con i californiani che oggi sono titolari del peggior record di lega (10 vittorie e 34 sconfitte) e che quindi potrebbero puntare a scegliere altissimi, pescando tra i migliori talenti del college, ma due sono le motivazioni che potrebbero comunque spingere verso il ritorno in campo del n°30 di coach Steve Kerr. La prima è la chance di vederlo comunque per una ventina abbondante di partite in campo con i suoi nuovi compagni (da D’Angelo Russell a Willie Cauley-Stein, anche per testare la loro intesa in vista di decisioni – di mercato – future); la seconda l’ha ammessa lui stesso ai microfoni della tv locale degli Warriors: “Sono drogato di pallacanestro, non vedo l’ora di tornare”. Potrebbe essere già il 1 marzo: meglio segnarsi la data fin da oggi.

NBA: SCELTI PER TE