Please select your default edition
Your default site has been set

Coronavirus: Christian Wood dei Detroit Pistons è guarito dalla malattia

CORONAVIRUS
©Getty
PHOENIX, ARIZONA - FEBRUARY 28: Christian Wood #35 of the Detroit Pistons reacts to a three point shot against the Phoenix Suns during the second half of the NBA game at Talking Stick Resort Arena on February 28, 2020 in Phoenix, Arizona. The Pistons defeated the Suns 113-111. NOTE TO USER: User expressly acknowledges and agrees that, by downloading and or using this photograph, user is consenting to the terms and conditions of the Getty Images License Agreement. Mandatory Copyright Notice: Copyright 2020 NBAE. (Photo by Christian Petersen/Getty Images)

Arrivano buone notizie dal mondo NBA: il giocatore di Detroit, il terzo in ordine di tempo a essere risultato positivo al coronavirus, ha completamente recuperato la sua condizione fisica

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

Era soltanto il 14 marzo, ma sembra davvero essere passata un’eternità. Christian Wood, uno dei migliori e più promettenti talenti del rimaneggiato roster dei Pistons di questa stagione, è il terzo giocatore NBA a risultare positivo al test del coronavirus. Una notizia che è diventata da subito di dominio pubblico mentre tutti i componenti della franchigia erano già stati messi in quarantena da qualche giorno - visto che Detroit una settimana prima aveva affrontato gli Utah Jazz di Rudy Gobert e Donovan Mitchell. Un lungo processo di recupero e di guarigione quello affrontato da Wood che fortunatamente è giunto a buon fine: stando a quanto raccontato da Adam Pansack, il suo agente, Wood ha completamente recuperato dalla malattia e sta “decisamente meglio”. Una notizia positiva quindi, al termine di giornate che negli Stati Uniti e più in generale nel mondo si stanno facendo via via sempre più complicate. Wood era stato tra i primi a sottoporsi al tampone dopo aver a lungo duellato con Gobert sotto canestro: una battaglia avvincente, terminata dal giocatore dei Pistons con ben 30 punti e 11 rimbalzi a referto. La partita però alla sirena finale la vinsero i Jazz per 111-105, pochi giorni prima che la regular season NBA venisse definitivamente sospesa. La speranza è quella di rivedere entrambi, il prima possibile, di nuovo darsi battaglia sui parquet in giro per gli USA.

NBA: SCELTI PER TE