Please select your default edition
Your default site has been set

NBA a porte chiuse? L'effetto pubblico potrebbe assicurarlo NBA2K

NBA

Giocare le sfide di playoff nel vuoto pneumatico di un'arena senza tifosi potrebbe togliere magia allo spettacolo NBA? Il popolarissimo videogioco NBA2K potrebbe aiutare a risolvere il problema

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI LIVE

Per il momento vengono definite “opportunità creative”: lo scopo è quello di rendere l’esperienza di una partita NBA — anche in campo neutro, a Orlando, e senza la presenza del pubblico sugli spalti — il più possibile simile al normale. Per questo, ha fatto sapere il giornalista di The Athletic Shams Charania, la NBA e l’associazione giocatori stanno discutendo la possibilità di introdurre il rumore del pubblico come simulato nel videogame NBA2K alle partite che dal 31 luglio si disputeranno — a porte ovviamente chiuse — nelle tre arene ospitate dal World Disney Resort. Non sarebbe una novità assoluta, visto che già la Bundesliga tedesca di calcio ha aggiunto il rumore fasullo del pubblico alle proprie telecronache e la Premier League inglese metterà a disposizione la stessa opzione nel momento in cui si tornerà a giocare. Da altre parti, sugli spalti sono comparse sagome cartonate di persone a simulare l’effettiva presenza del pubblico, e così anche la NBA potrebbe optare per un mix tra la dimensione virtuale e quella reale adottando il rumore del pubblico che solitamente fa da sfondo alle sfide in salotto joystick in mano.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche