Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, il giorno in cui Allen Iverson inizia (controvoglia) a giocare a basket. VIDEO

NBA

Il rookie dell'anno 1997, l'MVP 2001, il giocatore simbolo dei Philadelphia 76ers, capace di vincere 4 volte la classifica marcatori e venir convocato 11 volte per l'All-Star Game voleva giocare a football e baseball. "La pallacanestro è uno sport soft"

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

L’aneddoto è risaputo, uno dei più citati della carriera di Allen Iverson, ma sentirlo pronunciare dalla sua voce fa un certo effetto. “Un giorno tornai a casa e mia madre mi disse: ‘Oggi vai all’allenamento di basket’. No, che non ci vado. Non gioco a basket io, io gioco a football e a baseball. Le ho detto che pensavo che il basket fosse uno sport soft. E lei di tutta risposta: ‘Il tuo allenatore sta arrivando qui, sta passando a prenderti: andrai all’allenamento’. Ho pianto fin quando non sono uscito dalla porta”. E così — a 10 anni — inizia, controvoglia, la carriera di Allen Iverson che, come ricorda il suo coach dell’epoca, giocava già contro ragazzi di 16-17 anni e soprattutto in campo “faceva cose che gli altri ragazzi di 10 anni non facevano”. Se ne sarebbe accorta, nel giro di un altro decennio, anche la NBA. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche