Please select your default edition
Your default site has been set

Durant torna dopo la quarantena, ci sarà nella sfida da ex contro Golden State

brooklyn

Buone notizie per Brooklyn: Kevin Durant ha finito il periodo di quarantena per il contatto con un positivo al Covid ed è tornato ad allenarsi con la squadra dopo aver saltato tre partite. Sarà quindi in campo nella sfida da ex contro Golden State, in diretta alle 2.30 nella notte tra sabato e domenica su Sky Sport NBA

CORONAVIRUS, DATI E NEWS IN DIRETTA

Kevin Durant ci sarà nella sfida da ex contro Golden State di sabato notte, la prima da avversario sulla baia. Durant ha infatti concluso i sei giorni di quarantena – risultando negativo a tutti i tamponi - impostagli dal protocollo di sicurezza NBA contro il Covid dopo il contatto ravvicinato con un positivo. La stella dei Nets era stata fermata durante la sfida contro Toronto, venendo costretto a lasciare il campo a partita in corso (match poi perso da Brooklyn). Una decisione che aveva fatto infuriare il giocatore, sfogatosi su Twitter contro la lega: “Hey NBA, i vostri tifosi non sono stupidi!!! Non potete prenderli in giro con le vostre assurde tattiche di PR. Liberatemi”, aveva scritto Durant, costretto poi a saltare anche le partite con Philadelphia, Detroit e Indiana.

leggi anche

Durant gioca, anzi no: è giallo. Lui: "Liberatemi"

Ora il periodo di isolamento è concluso e l’ex giocatore di Golden State è tornato ad allenarsi con i compagni proprio alla vigilia della partita contro gli Warriors, la prima che giocherà da avversario sul parquet californiano dopo l’addio del 2019 e la vittoria casalinga a Brooklyn di inizio stagione. Tornando sul suo allontanamento dal campo con Toronto Durant ha spiegato: “Ero arrabbiato dopo la partita, ma ora sono tranquillo e sono pronto a giocare. E’ stata solo una situazione sfortunata”. Nonostante la pausa negli allenamenti Steve Nash ha detto che la sua stella non avrà minuti limitati. “Anche se volessi limitarlo – ha spiegato Nash – non credo che me lui me lo lascerebbe fare…”.

 

Gli Warriors hanno dichiarato che proietteranno un video tributo prima della partita dedicato a Durant, decisivo nei titoli 2017 e 2018 di Golden State, anni nei quali è stato nominato MVP della Finals. Una celebrazione più ‘completa’ ci sarà poi la prossima stagione, quando al Chase Center potranno essere presenti – si spera - anche i tifosi. “Ricordo un livello di basket che non credo sia mai stato raggiunto prima - ha detto l’allenatore degli Warriors Steve Kerr a proposito degli anni di Durant - Probabilmente il mio ricordo più forte è la partita decisiva delle Finals 2017, gara 5 alla Oracle Arena. Ricordo che alla fine ho pensato che non ci fosse mai stato un livello offensivo così alto in una partita di basket”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche