Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, roster decimato, Scariolo chiamato al miracolo con Detroit: "Siamo pochi ma pronti"

NBA

I Raptors non hanno potuto disputare le ultime due gare, decimati dal protocollo anti-Covid. Recuperato il numero minimo di giocatori, resta ai box coach Nick Nurse e allora toccherà ancora all'allenatore italiano - già vincente al suo esordio contro Houston - guidare Toronto contro Detroit , in una situazione d'emergenza. Ecco le sue parole

CORONAVIRUS: DATI E NEWS IN DIRETTA

Sono state 31 finora le gare posticipate in osservanza al protocollo Covid dall’inizio della stagione: due — le ultime, contro Chicago e contro Detroit — hanno colpito anche i Toronto Raptors. Il roster dei canadesi è decimato, e non solo quello: anche il coaching staff ha visto il capo allenatore Nick Nurse e ben 5 dei suoi assistenti costretti a fermarsi. “Next man up”, è il motto NBA in questi casi: “Avanti il prossimo”, e il prossimo è Sergio Scariolo, appena tornato dal viaggio in Europa per allenare la sua Spagna nella finestra FIBA e pronto a prendere le redini della sua squadra già nella gara — vinta — contro gli Houston Rockets, l’ultima prima dei due stop contro Bulls e Pistons. Ora, con Nurse ancora ai box, il record immacolato da capo allenatore NBA di Scariolo — 1 partita allenata, 1 vinta — verrà messo a dura prova nella sfida contro Detroit, perché i Raptors hanno sì gli otto giocatori necessari per disputare la gara a termini di regolamento ma non molto di più. Scariolo dovrà fare a meno di Fred VanVleet, Pascal Siakam e OG Anunoby oltre a due riserve come Malachi Flynn e Patrick McCaw. “Date le circostanze ci siamo anche allenati bene, con buona energia, e ci sentiamo pronti a scendere in campo”, dice l’allenatore bresciano, che prova a vedere il bicchiere mezzo pieno in una situazione non certo facile. “Tutti hanno fatto un lavoro straordinario, da noi allenatori — che abbiamo provato a preparare al meglio la gara da casa — allo staff medico, letteralmente al lavoro giorno e notte. “Certo, siamo in pochi — ammette — ma abbiamo voglia di competere”.

Scariolo: "Concentarsi sul campo e lasciar fuori tutto il resto"

leggi anche

Scariolo, prima partita da capo allenatore in NBA

A sole 24 ore di distanza dalla sfida di stanotte contro i Pistons, i Raptors dovrebbero poi giocare un’ultima gara prima del break per l’All-Star Game a Boston, contro i Celtics — e sembra che anche in quel caso la squadra sarà ancora decimata nei suoi effettivi: “Prima dell’allenamento la preoccupazione di tutti era sapere come stavano i nostri compagni a casa. Saputo che stanno bene, a noi non resta che far altro che concentrarci sulla pallacanestro e provare a fare il massimo, lasciando tutto il resto fuori dalla palestra”. Il record è al 50% — 17 vittorie, 17 sconfitte — ma i canadesi hanno vinto 10 delle ultime 15 gare disputate. Ora l’emergenza Covid e gli stop al calendario una difficoltà in più da superare in una stagione che già ha visto i Raptors dover abbandonare il Canada per disputare le gare interne a Tampa, Florida

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport