Please select your default edition
Your default site has been set

LeBron James espulso: pugno a Stewart e maxi rissa a Detroit. VIDEO

VIDEO
©Getty

LeBron James è stato espulso nel terzo quarto della partita dei suoi Lakers a Detroit. Lottando a rimbalzo con il centro avversario Isaiah Stewart, il numero 6 ha tirato una manata a pugno chiuso sul volto del lungo dei Pistons, aprendogli un taglio dal quale è uscito sangue. Stewart ha quindi cercato di farsi giustizia, provocando una maxi-rissa e provando 3 volte a liberarsi da chi lo tratteneva per cercare lo scontro fisico col Re. Entrambi sono stati espulsi: si tratta della seconda volta in carriera per James

Sotto di 12 lunghezze all’inizio del terzo quarto della sfida con i Detroit Pistons, la stagione dei Los Angeles Lakers potrebbe essere definitivamente cambiata. Lottando per la posizione a rimbalzo, LeBron James e il centro avversario Isaiah Stewart sono entrati in contatto e James, provando a liberarsi, ha colpito il lungo direttamente sul volto con una manata a pugno chiuso, provocandogli un taglio sopra l'occhio dal quale è uscito parecchio sangue e che ha richiesto cinque punti di sutura per essere ricucito. Quello che ne è seguito è stato il caos: Stewart ha provato a farsi giustizia da solo cercando lo scontro fisico con il Re, provocando una maxi-rissa e portando tutti gli assistenti allenatori e i membri della sicurezza in campo per cercare di separare i due, oltre ai giocatori già sul parquet. Stewart, giocatore al secondo anno noto per la sua fisicità, per ben tre volte si è liberato dalla morsa dei suoi compagni per avventarsi su James, travolgendo tutti quelli che trovava sulla sua strada, senza però riuscirci. 

approfondimento

Rimonta dei Lakers senza James, volano Suns e Warriors

Dopo aver riportato la calma, la terna arbitrale guidata da Scott Foster ha deciso di espellere James per un fallo di tipo flagrant 2 (per "contatto non necessario ed eccessivo sopra il livello delle spalle") e lo stesso Stewart per doppio fallo tecnico (per “multipli comportamenti non sportivi durante l’alterco”), oltre a un tecnico a Russell Westbrook per il ruolo di “agitatore e non paciere durante l’episodio”. Si tratta della seconda espulsione in 19 anni di carriera per James: l’ultima volta risale al 28 novembre 2017 contro i Miami Heat per doppio tecnico e proteste nei confronti di un arbitro. James ha comunque chiuso con 10 punti a referto allungando a 1.048 la sua striscia di partite in doppia cifra, mentre i Lakers hanno vinto la partita con una rimonta pazzesca da -15 nell’ultimo quarto grazie a Westbrook e Anthony Davis, che dopo la partita ha preso le difese di James.