Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, LeBron James voleva chiedere scusa a Isaiah Stewart a fine partita

IL RETROSCENA
©Getty

Il n°6 dei Lakers negli spogliatoi ha chiesto il numero di telefono di Stewart per scrivergli e spiegargli che il colpo era stato fortuito e per chiedere scusa: un gesto che non ha evitato a James la squalifica che tuttavia non terrà lontani dal parquet entrambi i giocatori nella sfida di domenica prossima tra Lakers e Pistons. Un match in cui avranno tutti i riflettori puntati su di loro

Non c’erano particolari rapporti d’amicizia prima e difficilmente ce ne saranno in futuro dopo quanto accaduto sul parquet, ma i nomi di LeBron James e Isaiah Stewart resteranno per sempre legati uno all’altro, dopo che il mondo intero ha guardato e commentato le immagini di quanto accaduto nel corso del terzo quarto della sfida tra Pistons e Lakers. Un taglia-fuori a rimbalzo troppo duro dalla lunetta, un movimento innaturale che porta LeBron a colpire sull’occhio Stewart, il sangue sul volto del giovane giocatore dei Pistons e la sua rabbia incontenibile nel cercare di farsi giustizia da solo. Scene che ricordano la pallacanestro NBA di qualche decennio fa, ma che - come sottolineato da Anthony Davis subito dopo il match - non fanno parte dell’indole del campione n°6 dei Lakers.

vedi anche

Banchero sulla rissa: "Meno male che c’era Cade"

A dimostrarlo è quanto accaduto nel post-partita quando, stando alle ricostruzioni fatte da Shams Charania di The Athletic, James ha cercato di far scemare la tensione e di chiarire in spogliatoio quanto accaduto con il diretto interessato. LeBron ha chiesto il numero di telefono di Stewart per scrivergli e fargli sapere che non era sua intenzione colpirlo in quel modo, che le conseguenze di quel gesto erano stato inavvertite ed erano andate ben al di là della sua volontà. Non è dato sapere - almeno per il momento - se e quando i due si sono sentiti, ma nel frattempo la NBA ha deciso di sanzionare l’accaduto comminando una giornata di squalifica per James (che non sarà in campo al Madison Square Garden contro i Knicks) e due per Stewart. Quello a cui tutti guardano però è un altro appuntamento: 28 novembre, domenica prossima, i Pistons fanno visita ai Lakers allo Staples Center - sarà quello il momento in cui, si potrà dedurre, se i due giocatori sono riusciti o meno a fare pace e a lasciarsi alle spalle un brutto episodio.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche